Top

Malpezzi (Pd): "Meloni, il governo di una donna che vuole la donna legata a casa e famiglia"

"Giorgia Meloni è arrivata, ma non ha scardinato un sistema tutto maschile. Invece, dietro di lei solo un interminabile elenco di maschi. La vera cartina di tornasole l'abbiamo avuta con la legge di Bilancio”.

Malpezzi (Pd): "Meloni, il governo di una donna che vuole la donna legata a casa e famiglia"
Simona Malpezzi

globalist Modifica articolo

9 Dicembre 2022 - 10.50


Preroll

Simona Malpezzi, presidente dei senatori del Pd, in una intervista a Qn ha parlato del governo Meloni e, nello specifico, della figura di Giorgia Meloni. Dietro all’apparenza di una donna – finalmente – al comando, in realtà si nasconde una visione fortemente maschilista. E le misure della Legge di Bilancio sono lì a testimoniarlo.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“E’ stato senza dubbio di grande impatto simbolico vedere Giorgia Meloni che giurava e un uomo che entrava al Quirinale con una bambina per mano, quindi assistere all’inversione dei ruoli. Però ci si ferma qui: lei è arrivata, ma non ha scardinato un sistema tutto maschile. Invece, dietro di lei solo un interminabile elenco di maschi”.

Middle placement Mobile

“La vera cartina di tornasole l’abbiamo avuta con la legge di Bilancio, dove non ci sono politiche per le donne. Piuttosto è molto forte la rappresentazione di una concezione della donna legata alla casa, alla famiglia, alla cura. Non c’è un euro per attuare delle politiche per promuovere l’occupazione femminile, si cerca di risparmiare modificando Opzione donna, peggiorandola, ponendo paletti che mettono in chiaro come la donna debba essere o madre o dedicarsi alla cura per avere delle agevolazioni. Sul congedo parentale poi il messaggio è inequivocabile: non si sfiora neppure il tema della condivisione della gestione dei figli. Insomma, questo governo guidato dalla prima premier donna, nella sua prima legge di bilancio, propone misure per tenere a casa le donne, non per aiutarle ad inserirsi o reinserirsi nel mondo del lavoro”.

Dynamic 1

“Il Paese è in realtà ancora profondamente maschilista, quindi è più faticoso per le donne di sinistra e di centrosinistra affermare la propria leadership che scardina un modello di società patriarcale anziché sposarlo. A destra il sistema non lo scardinano, lo condividono, tanto che poi quando arrivano al potere lo riproducono”, conclude.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile