Top

Ucraina, Guerini: "Chi l'ha voluta cessi subito questa guerra criminale"

Ministro della Difesa Lorenzo Guerini a margine della cerimonia di passaggio delle consegne dal comandante uscente, il generale ungherese Ferenc Kajari, al generale Angelo Michele Ristuccia, nuovo comandante Kfor, la Forza Nato in Kosovo

Ucraina, Guerini: "Chi l'ha voluta cessi subito questa guerra criminale"
Lorenzo Guerini nel Kosovo

globalist Modifica articolo

10 Ottobre 2022 - 15.07


Preroll

Guerra in Ucraina e crimini di guerra: «Siamo in Kosovo da oltre 20 anni e siamo tra i paesi maggiormente impegnati. Anche qui possono riverberarsi le conseguenze indirette del conflitto col quale ci stiamo confrontando. L’invasione russa in Ucraina è un’aggressione ingiustificata e ingiustificabile, una ferita nel cuore dell’Europa, ed è anche una minaccia all’architettura di sicurezza globale così come l’abbiamo conosciuta». 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Lo ha detto il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini a margine della cerimonia di passaggio delle consegne dal comandante uscente, il maggior generale dell’Esercito ungherese Ferenc Kajari, al generale italiano, Angelo Michele Ristuccia, nuovo comandante Kfor, la Forza Nato in Kosovo.

Middle placement Mobile

«Occorre fare in modo che tutti i possibili focolai di tensione vengano gestiti e smorzati nei loro effetti e fare sì, appunto, che la crisi non sia una crisi che porti a ulteriori difficoltà. Oggi giungono a noi notizie drammatiche dall’Ucraina. Notizie di bombardamenti indiscriminati alle città ucraine, con obiettivi civili, che mietono vittime tra la popolazione. Sono atti criminali – incalza – ai quali dobbiamo rispondere mantenendo salda la nostra posizione al fianco dell’Ucraina, e reclamando la fine di questa azione indiscriminata che reca sofferenza alla popolazione. Lo dobbiamo fare senza ambiguità, con molta chiarezza. L’Italia è al fianco dell’Ucraina, è al fianco del popolo ucraino».

Dynamic 1

E rivolgendosi ai militari, accanto al Capo di Stato Maggiore della Difesa, l’ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, e al nuovo comandante Kfor il generale Ristuccia, ha aggiunto: «Io mi auguro che chi ha voluto questa guerra guardi con sincerità a ciò che sta avvenendo, ai rischi che stiamo correndo, e cessi immediatamente questa attività criminale. Mi auguro che le voci della guerra lascino spazio alle voci e agli sforzi per una pace giusta. Perché senza giustizia non c’è pace».

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile