Parla la mamma di Giorgia Meloni "Mia figlia ha fatto tutto da sola. Ora tolga il reddito di cittadinanza"
Top

Parla la mamma di Giorgia Meloni "Mia figlia ha fatto tutto da sola. Ora tolga il reddito di cittadinanza"

Il commento di Anna Paratore dopo il successo della figlia: "Ha fatto tutto da sola, ma ora è il momento di lavorare. Lei post-fascista? Una baggianata"

Parla la mamma di Giorgia Meloni "Mia figlia ha fatto tutto da sola. Ora tolga il reddito di cittadinanza"
Giorgia Meloni e la madre
Preroll

globalist Modifica articolo

27 Settembre 2022 - 10.30


ATF

È felice, ma rimane con i piedi ben saldati a terra Anna Paratore, la madre di Giorgia Meloni, all’indomani del successo elettorale della figlia. Intervistata da la Repubblica davanti l’uscio della sua casa a Garbatella, quartiere popolare di Roma-Sud, si dice contenta per la figlia ma senza troppi slanci emotivi. Alla domanda sul suo possibile ruolo da prima premier donna risponde: “Aspettiamo e vediamo come evolve lo scenario. Noi in famiglia siamo abituati a essere cauti, vediamo come va a finire”. Più netto il suo giudizio politico: “Giorgia post-fascista? Tutte baggianate”.

“Sono contenta come qualsiasi madre che gioisce se i figli sono contenti di quello che fanno”. Nel percorso politico che l’ha portata a fare del partito da lei guidato la prima forza politica del Paese, però – chiarisce la signora Paratore – Giorgia Meloni “ha fatto tutto da sola”.

Felicità e soddisfazione, ma nessuna voglia di festeggiamenti. “Ora – ribadisce la madre di Meloni – è tempo di lavorare”. Tra le misure che si aspetta dal governo guidato dalla figlia al primo posto c’è l’eliminazione “della vergogna del reddito di cittadinanza ai 18enni, che prendono i soldi per stare a casa a giocare ai videogiochi e dia quei soldi ai malati, agli anziani che non arrivano alla fine del mese, a chi ne ha davvero bisogno. Non a chi non ha voglia di lavorare”.

Leggi anche:  Giorgia Meloni politicamente è furba, ma non si dica che è intelligente

La stessa fermezza la mamma di Giorgia la riserva alla stampa estera o a chi definisce sua figlia “post-fascista”. “Facciano i titoli che vogliono, sono tutte baggianate che lasciano il tempo che trovano. Adesso bisogna lavorare per il bene dell’Italia”.

Native

Articoli correlati