Top

Stefano: "Ho lasciato il Pd per la fallimentare strategia di Letta e l'opacità di Emiliano"

Dario Stefano, senatore e presidente della commissione Politiche Ue h parlato del suo addio al Pd a Radio Radicale.

Stefano: "Ho lasciato il Pd per la fallimentare strategia di Letta e l'opacità di Emiliano"
Dario Stefano

globalist Modifica articolo

15 Agosto 2022 - 18.44


Preroll

Nel partito democratico non mancano le tensioni. Tra correnti, parità di genere e tribune per gli alleati c’è un grande mal di pancia a maggior ragione per la diminuzione dei parlamentari.

OutStream Desktop
Top right Mobile

 «Ho riconsegnato la tessera del Pd per rimanere coerente con i miei valori e con le mie idee. Enrico Letta è responsabile di una strategia politico-parlamentare fallimentare cominciata con l’arenamento del ddl Zan e proseguita con la miopia avuta durante le convulse elezioni del Quirinale, dove il suo alleato per la pelle Giuseppe Conte si era messo d’accordo con Salvini».

Middle placement Mobile

A dirlo è il senatore Dario Stefano, senatore e presidente della commissione Politiche Ue parlando del suo addio al Pd a Radio Radicale.

Dynamic 1

Cruciali, nella sua scelta, i rapporti dei Democratici con il M5s: «Abbiamo scoperto l’inaffidabilità di Conte l’ultimo giorno di vita della legislatura, senza avere un piano B – denuncia e prosegue: «Ora è in piedi una coalizione con Fratoianni e soprattutto con Bonelli che durante le giunte di Vendola in Puglia fu nostro avversario. La loro presenza forse spiega l’improvvisa scomparsa di qualsiasi riferimento all’agenda Draghi».

L’ultima battuta è rivolta al governatore della Puglia, Michele Emiliano: «Il suo civismo opaco occupa posti e rende irriconoscibile l’identità del Pd».

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile