Top

La Ue voleva 'cancellare il Natale?' Ovviamente no, ma la destra diffonde fake news

La proposta dell’Ue era quella di indicare le feste con connotazione generica, dato che le vacanze e il periodo di festa vale per tutti, non solo per i cristiani. In sostanza, l’Ue consigliava di “non dare per scontato che tutti siano cristiani”.

<picture> La Ue voleva 'cancellare il Natale?' Ovviamente no, ma la destra diffonde fake news </picture>

globalist

30 Novembre 2021


Preroll

Da ieri gli account social dei leader di destra sono impegnati in una santa crociata per la difesa del Natale che – secondo loro – l’Unione Europea vorrebbe cancellare. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Partiamo dall’inizio: l’Ue ha diffuso un documento (che è stato ritirato) in cui si proponeva un aggiornamento delle linee guida per una comunicazione corretta e inclusiva. L’assunto di base è che “ogni persona in Ue ha il diritto di essere trattata in maniera eguale” senza riferimenti di “genere, etnia, razza, religione, disabilità e orientamento sessuale”. La proposta dell’Ue era quella di indicare le feste con connotazione generica, dato che le vacanze e il periodo di festa vale per tutti, non solo per i cristiani. In sostanza, l’Ue consigliava di “non dare per scontato che tutti siano cristiani”. Il che è lapalissiano, ma la destra ha visto un’occasione per cavalcare la polemica. 

Middle placement Mobile

E così Matteo Salvini, Giorgia Meloni, ma anche Forza Italia con Antonio Tajani in prima fila, si scagliano contro il documento a colpi di tweet. Già ieri avevamo visto Salvini in difesa della Sacra Famiglia, oggi arriva anche Meloni, che scrive: “La Commissione Europea, tramite un documento interno, considera il Natale festività poco ‘inclusiva’. Nel bersaglio anche i nomi Maria e Giovanni. Il motivo? Potrebbero risultare ‘offensivi’ per i non cristiani. Ora basta, la nostra storia e la nostra identità non si cancellano”. 

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage