Top

La rabbia di Zan: "Italia Viva flirta con la Lega e da Forza Italia prove per il Colle"

Il deputato dem: "Si sono avvicinati al partito che è amico di Orban e di Duda, il leader ungherese e quello polacco. Orban, quello che ha votato le leggi omotransfobiche. Che ha tappato la bocca ai giornalisti. Che ha chiuso le università"

Alessandro Zan

globalist

28 Ottobre 2021


Preroll

E’ passata la cosiddetta “tagliola” presentata da Lega e Fdi, a discapito del disegno di legge Zan che lo ha affossato definitivamente con 154 voti favorevoli, 131 contrari, e due astenuti. 
Per Alessandro Zan, padre del ddl affossato ieri in Senato, quel che è successo a Palazzo Madama ha reso “evidente il quadro politico”, con “Italia viva” che “si è messa flirtare con il centro destra, con la Lega. Dopo che c’è stato il cambio ed è arrivato il governo di Draghi il partito di Renzi si è messo in testa di voler essere l’ago della bilancia del Senato. Ma forse non si sono resi conto di cosa stavano facendo”, ha detto il deputato dem intervistato dal Corriere della Sera.
“Si sono avvicinati al partito che è amico di Orban e di Duda, il leader ungherese e quello polacco. Orban, capito? Quello che ha votato le leggi omotransfobiche. Che ha tappato la bocca ai giornalisti. Che ha chiuso le università”, ha aggiunto. Quindi, incalza: “Basta sentire le dichiarazioni di Davide Faraone, il presidente di Italia viva al Senato. Parla e sembra che a parlare sia Salvini”.
“Quando abbiamo votato il ddl Zan, un anno fa, Italia viva ha votato compatta con noi e da Forza Italia anno lasciato libertà di coscienza – ha ricordato Zan – Invece qui al Senato la legge è stata stritolata da logiche politicistiche e tattiche parlamentari funzionali ad altre partite. Prima di tutte quella del Quirinale. Forza Italia con questo voto ha fatto le prove tecniche per le elezioni del Quirinale”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage