Bonelli, sulla vicenda Morisi: "Combattere la doppia morale della destra"

Il co-portavoce nazionale di Europa Verde: "Una storia vergognosa fatta di attacchi agli ultimi, agli emarginati con la quale la Lega di Salvini ha costruito il suo consenso sui social"

Angelo Bonelli

Angelo Bonelli

globalist 27 settembre 2021
La politica italiana si interroga sulla vicenda di Luca Morisi e si scaglia contro le parole di assoluzione di Salvini nei confronti dell'ex capo della "bestia" leghista.
"Sulla vicenda Luca Morisi evitiamo di appellarci al garantismo che non c'entra nulla, e lo dico io che sono garantista. Sarà il tribunale a decidere se è colpevole ma l' aspetto penale della sua vicenda non mi interessa a differenza del giudizio politico sulla Bestia che è senza appello: una storia vergognosa fatta di attacchi agli ultimi, agli emarginati con la quale la Lega di Salvini ha costruito il suo consenso sui social". Lo dichiara il co-portavoce nazionale di Europa Verde Angelo Bonelli che aggiunge.
"Morisi è il simbolo della doppia morale della destra italiana che oggi addirittura perdona la Bestia, quella stessa Bestia che metteva sul patibolo dei social migranti, "drogati" ed emarginati, evitiamo parole di buonismo perché la pericolosa ipocrisia della destra va contrastata senza alcuna esitazione ad esempio sostenendo il referendum sulla cannabis", conclude Bonelli.