Salvini lo sfacciato nomina ancora Berlinguer: "Ora la sinistra si occupa di clandestini"

L'estremista di destra fa finta di rimpiangere un leader politico che stava dalla parte dei lavoratori e non degli evasori fiscali

Matteo Salvini

Matteo Salvini

globalist 16 settembre 2021

Oltre ad essere un rappresentante di una delle peggiori destre mai esistite in Italia, Salvini si permette addirittura di chiamare in causa uno che era mille milliardi di miglia lontano da lui come Berlinguer, il cui pensiero era diametralmente opposto a quello della Lega.

"Ad occuparsi di precari, pensionati, studenti e operai siamo rimasti noi. Una volta la sinistra aveva Berlinguer, adesso la sinistra ha Fedez e la Cirinnà; una volta la sinistra si occupava di italiani, adesso la sinistra si occupa di clandestini", ha affermato il bolsonaro italiano Matteo Salvini, parlando a Mileto, in Calabria.

La frecciata a Giorgia Meloni - "I cittadini hanno sempre ragione ma quando io do una parola, specialmente ad un alleato, all'interno di una squadra, una famiglia, io la mantengo": questa la risposta a proposito delle parole della leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, che pochi giorni fa, parlando del ticket Occhiuto presidente e Spirlì vicepresidente, in caso di vittoria alle regionali, aveva affermato che "queste cose si decidano all'indomani del voto. Parlare di presunte divisioni di ruoli senza tenere conto del voto dei cittadini sia una mancanza di rispetto nei confronti degli elettori".

Salvini ha poi sottolineato che "Spirlì ha governato la Calabria in tempi terribili tra l'emergenza Covid e la morte dalla governatrice Jole Santelli, portandola fino a settembre. Ora aspettiamo l'esito del voto e la scelta dei calabresi".