La Lega propone la medaglia d'oro per De Donno ma non per medici e infermieri morti combattendo il Covid
Top

La Lega propone la medaglia d'oro per De Donno ma non per medici e infermieri morti combattendo il Covid

Salvini rilancia la proposta. Ma si tratta solo di un tentativo di appropriarsi di una figura diventata (suo malgrado) cara al mondo dei complottisti e dei negazionisti a cui la Lega strizza l'occhio

Giuseppe De Donno
Giuseppe De Donno
Preroll

globalist Modifica articolo

10 Agosto 2021 - 18.04


ATF

Dopo la sua morte, suo malgrado, il dottor De Donno è diventato una figura mitizzata per lo più da no vax e negazionisti, tanto da essere ‘scomodata’ persino da Montesano in un video facebook nel quale, l’attore romano, ha dato spettacolo sfoggiando una sequela di complottismi assurdi.
Ora la Lega, dopo aver già fatto capire da che parte è collocata nell’ottica vaccinazioni e Green Pass, vorrebbe appropriarsi di quella figura per ottenere facili consensi proprio da quel mondo lì.
“La Lega ha chiesto al ministro dell’Interno il conferimento della Medaglia al Valor civile a un grande medico, una persona di straordinaria umanità, il professor Giuseppe De Donno, per aver perseguito in tutta la sua opera professionale il progresso della scienza e più in generale il bene del prossimo.”
Lo ha scritto sul suo profilo Facebook Matteo Salvini. “Nei momenti bui della pandemia – si legge ancora – è stato il primo a sperimentare l’utilizzo del plasma iperimmune, salvando vite con dedizione e coraggio. Ho avuto la fortuna di conoscerlo, ascoltarlo, apprezzarlo: il ricordo di quanto ha fatto deve rimanere sempre vivo, con la gratitudine di tutti coloro che gli hanno voluto bene.”

Leggi anche:  Renzi parla per la prima volta bene di Elly Schlein: "Dire niente veti è una formula vincente e unificante"
Native

Articoli correlati