Top

Faida a destra, Storace critica Meloni: "Sulla Rai ragiona in termini di spartizione"

L'ex missino ed ex parlamentare critica Fratelli d'Italia: "Dovrebbero rivolgersi a Palazzo Chigi, più che al Quirinale".

Meloni e Storace
Meloni e Storace

globalist

17 Luglio 2021 - 10.30


Preroll

La verità è abbastanza semplice: a destra (non solo ma soprattutto) la stella polare non è il bene comune ma l’egoismo. Ed è evidente che quando c’è da accoltellarsi lo si fa senza badare troppo a tutto il resto, perché prevale la legge del più forte.
Oltre a ciò Storace non ha non buon rapporto con Fratelli d’Italia ed pè considerato molto più vicino all’orbita leghista dove un ex missino che non condanna la ditatura fascista si trova a suo agio.

OutStream Desktop
Top right Mobile

 Nello scontro interno al centrodestra sulle nomine per il Cda Rai, è mancato il fair play, ma non sono state violate leggi, è avvenuto tutto in Parlamento. 

Middle placement Mobile

Parole di Francesco Storace, vicedirettore del Tempo, ex presidente della Regione Lazio nonché ex presidente della Commissione di vigilanza. Chi protesta su ciò che è successo in Rai “dovrebbe rivolgersi a Palazzo Chigi, più che al Quirinale”.

Dynamic 1

 Il metodo Draghi “stavolta ha fallito, magari è stato mal consigliato – sostiene Storace – questo è il governo della lotta alla pandemia e della ricostruzione del Paese, non dell’ occupazione della Rai. Il premier ha spostato a sinistra l’asse del Cda della Rai”. 

Draghi “doveva dire a Letta: ‘Hai l’ad, in Cda non nomini nessuno’. Tuttavia a Giorgia Meloni e “anche al mio amico La Russa”, Storace dice che è sbagliato il ragionamento ‘hanno fatto fuori il mio, quello ha la mia casacca’. I consiglieri della Rai “dovrebbero essere autonomi dai partiti, bisogna smettere di ragionare in termini di spartizione di posti”. 

Dynamic 2

Da ex presidente della Vigilanza “tengo molto a questo aspetto”. Storace è considerato da alcuni il consigliere del leader della lega sul fronte televisivo: “Salvini non ha bisogno di consiglieri – risponde -. Siccome per lavoro seguo la Lega, ci sentiamo e parliamo. Però non mi fate passare per l’anima nera di Salvini”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage