Top

Pascale: "Moralmente corretto manifestare per il ddl Zan, basta inseguire Salvini"

L'ex compagna di Berlusconi continua ad attaccare Forza Italia e la destra sovranista: "Francamente io non mi sento più di appartenere a un partito che è diventato più sovranista che liberale"

Francesca Pascale e Silvio Berlusconi
Francesca Pascale e Silvio Berlusconi

globalist Modifica articolo

9 Maggio 2021 - 10.04


Preroll

Ora il suo è diventato un piccolo caso politico vista la vicinanza per lungo tempo con il padre-padrone di Forza Italia.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Più che delusa da Forza Italia sono delusa da alcuni esponenti di Forza Italia che tendono ad abbracciare un’area sovranista invece che essere fermi nell’area liberale da cui Forza Italia è nata”.

Middle placement Mobile

Lo dice Francesca Pascale, ex fidanzata di Silvio Berlusconi, in un’intervista alla Stampa, dopo aver partecipato ieri alla manifestazione a Milano in sostegno del ddl Zan.
Al punto da non votarli più? “Non posso più votare Forza Italia per adesso – ribadisce – Continua a strizzare gli occhi a Matteo Salvini piuttosto che guardare il faro della libertà. Francamente io non mi sento più di appartenere a un partito che è diventato più sovranista che liberale. È un problema mio”.

Dynamic 1

Pascale spiega il senso della sua presenza alla manifestazione organizzata ieri dai Sentinelli: “Essere qui è giusto, è moralmente corretto. È doveroso nei confronti di questa generazione e delle prossime generazioni. Non essere qui in piazza oggi non è prendere una posizione politica ma semplicemente essere a favore delle discriminazioni, a favore dell’odio”.

Si arrabbieranno dentro Forza Italia perché lei è qui: “Con me si sono sempre arrabbiati. Fanno bene ad arrabbiarsi. Aumenta il dibattito e mettiamo un po’ di sale nella discussione, altrimenti dormiamo”.

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile