Mentre Renzi fa lo gnorri su bin Salman, su Twitter esplode la bufera: "Dimettiti subito"

La sbruffonata del 'Nuovo Rinasciemnto' dell'Arabia Saudita all'indomani del rapporto Usa che indica il Principe bin Salman come mandante dell'omicidio Khashoggi è un boomerang per Renzi

Renzi

Renzi

globalist 27 febbraio 2021
Non c'è nessuna risposta da Italia Viva, né tantomeno da Renzi. Eppure, una risposta dovrà venir data, perché la posta in gioco è troppo alta. Nonsi può passarla liscia dal definire 'Principe del Nuovo Rinascimento' quello che è, a conti fatti, un assassino. E mentre Renzi manda avanti gli utili idioti della sua fanbase, quelli che rispondono a chi chiede delucidazioni che "siamo fissati" con questa storia o anche che "nel Rinascimento si facevano tanti omicidi", sicuramente con i suoi fedelissimi starà organizzando un contrattacco. 
La strada sembra stretta, perché il rapporto dell'intelligence su Mohammed bin Salman non lascia spazio a dubbi: il giornalista Jamal Khashoggi è stato ucciso proprio su ordine dell'uomo che Renzi è andato a incensare mentre in Italia divampava la crisi, con imbarazzanti uscite come "io da italiano provo invidia per l'Arabia Saudita" che ora pesano come macigni alla luce del rapporto degli 007 americani. 
E su twitter, da ieri è in tendenza l'hashtag #RenziDimettiti proprio dalla fondazione del Principe Salman. In generale, forse questa storia darà per la prima volta al leader di Italia Viva il polso del paese e capirà cosa davvero gli italiani pensano di lui e delle sue rocambolesche disavventure politiche.