Top

L'appello di Vendola: "Necessario il socialismo per contrastare l'orizzonte di barbarie"

L'ex presidente della Puglia al congresso di Sinistra italiana: "C'è bisogno di nutrirsi di immaginazione del futuro ed una conoscenza del passato perché i problemi del passato sono i problemi del presente

Vendola
Vendola

globalist

31 Gennaio 2021 - 13.50


Preroll

Parole appassionate: “La relazione di Nicola è stata veramente efficace e precisa sui temi della crisi prodotta da Matteo Renzi, e cioè l’insopportabilità di che l’idea che il Recovery Plan potesse e possa essere lo strumento di un disegno egualitario del modello di sviluppo, e cioè che così si potesse mettere al centro del dibattito politico del Paese la questione sociale che oggi in epoca di pandemia è ancor più il tema delle diseguaglianze”. 
Lo ha detto Nichi Vendola in uno dei passaggi del suo intervento al secondo congresso nazionale di Sinistra italiana.
“La linea politica che noi abbiamo costruito in questo periodo – ha aggiunto l’ex presidente della Regione Puglia – mi convince così come la difesa di questa maggioranza di governo e delle possibilità che si possono aprire nelle prossime ore per la riconferma della maggioranza di governo che abbiamo conosciuto in questi mesi, tenendo presente naturalmente che noi parliamo di un’alleanza che definiamo progressista, ma questa definizione contiene dentro la nostra intenzione, non diciamo così, un progetto definito e che possa effettivamente avere la qualificazione di progressista. Anche perché dobbiamo misurarci con il riformismo anemico del Pd e i nodi legati al populismo del M5S. E misurarci significa dare, pur nelle proporzioni date e con la modestia necessaria per quello che noi rappresentiamo e siamo oggi, un nostro contributo di idee, di visioni, di proposte a questo schieramento, e batterci per esse. Ecco perché è terribilmente necessario, mai come oggi necessario, il socialismo”.
“Necessario – ha sottolineato – per quello che è il punto della precipitazione della storia umana, per l’orizzonte di barbarie, per l’estremismo della destra, per la radicalità dei punti di crisi del mondo. E per farlo c’è bisogno di nutrirsi di immaginazione del futuro ed una grande conoscenza del passato perché i problemi del passato sono i problemi del presente e non averli affrontati allora rappresenta la più grande barriera all’immaginazione del futuro”, ha concluso.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage