"Crime minister": a Gesuralemme in migliaia chiedono le dimissioni di Netanyahu
Top

"Crime minister": a Gesuralemme in migliaia chiedono le dimissioni di Netanyahu

La folla si è riunita sotto la residenza ufficiale del primo ministro rimasto al potere malgrado sia sotto processo per corruzione

Manifestanti contro Netanyahu
Manifestanti contro Netanyahu
Preroll

globalist Modifica articolo

14 Luglio 2020 - 19.55


ATF

Ha vinto le elezioni ma non è più amato e sostenuto come prima: migliaia di manifestanti si sono riuniti a Gerusalemme sotto la residenza ufficiale del primo ministro Benyamin Netanyahu, chiedendo le sue dimissioni.
La protesta si è svolta dopo che ieri la polizia ha rimosso le tende di un sit in contro il premier, rimasto al potere malgrado sia sotto processo per corruzione.
I dimostranti, che erano muniti di torce e soffiavano dentro dei corni, hanno tentato di superare le barricate erette dalla polizia, si vede in un video diffuso dall’emittente Kan.

Nel resto del paese si sono svolte altre manifestazioni, dagli ultra ortodossi che protestavano contro il lockdown nei loro quartieri, agli scout arrabbiati per la riduzione dei fondi statali. A Tel Aviv è sceso in piazza il movimento per una giustizia sociale nato nove anni fa.
Oltre ai problemi giudiziari, Netanyahu è sempre più criticato per la sua gestione della pandemia del coronavirus, che nelle ultime ore ha raggiunto un numero record di 1681 nuovi contagi. Sabato sera migliaia di persone avevano manifestato a Tel Aviv per le conseguenze economiche della crisi.

Leggi anche:  Voci dall'Israele che resiste alla deriva bellicista: voci di donne coraggiose
Native

Articoli correlati