Le Sardine contro Salvini: "Un patetico, rincorre le bufale e i complotti sul coronavirus"

Capitan Nutella aveva irresponsabilmente cavalcato la bufala del Covid-19 creato ad arte in un laboratorio cinese. Notizia falsa e subito smentita dagli scienziati

Salvini e le sardine

Salvini e le sardine

globalist 26 marzo 2020

Un irresponsabile, alla ricerca della visibilità mentre i sondaggi lo danno in calo visto che non si può campare di propaganda e visto che gli ‘odiati neri’ non sono vissuti come l’emergenza.


Così in maniera irresponsabile si è messo a rulanciare una bufala sul coronavirus creato in un lavoratorio cinese.
"Com'è difficile essere populisti di questi tempi. Tutti quei soldi spesi a creare paura, ad alimentare tensioni. Poi arriva un virus e il castello inizia a vacillare. E allora ti tocca sguinzagliare i tuoi per il web a rintracciare le peggio bufale, notizie di più di 5 anni fa e i peggio complotti. I bei tempi in cui bastava la Nutella per alzare due like sono finiti. Talmente finiti che oltre al danno ti tocca pure la beffa. Perché la scienza non è il tuo campo e quando nel 2020, in piena pandemia mondiale, citi una fonte del 2015 fai la figura di un piromane che appicca l'incendio di fianco al comando del pompieri".
Così le Sardine, in un messaggio rivolto "Al nostro caro amico Matteo Salvini ".
"Ma comprendiamo e compatiamo - si legge nel testo . In un periodo in cui vanno di moda i governanti sceriffi, gli uomini soli al comando, i cellulari sotto controllo, stare all'opposizione dev'essere difficile per chi una sana e costruttiva opposizione non la sa fare. Talmente difficile che ti trovi ad implorare l'apertura di quel Parlamento che hai sempre denigrato, ad accusare le sardine e gli altri cittadini attivi che a differenza vostra in questo periodo non hanno tempo di stare dietro a una tastiera, di urlare, di cercare visibilità".
"Patetismo sarebbe la parola corretta. Ma ci scuserete se compatiamo di più quei cittadini italiani che tutto ciò, ancora una volta, sono costretti a subirlo. In un momento in cui invece servirebbe il massimo rispetto e la massima serietà, sia per la scienza che per le persone", concludono le sardine.