Meloni usa l'attentato di Londra per alimentare l'islamofobia sovranista

La capa di Fratelli d'Italia dà una lettura strampalata di un gravissimo episodio per buttarla sui presepi e dicendo altre corbellerie

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni

globalist 30 novembre 2019
Le stupidaggini un tanto al chilo: mettere in correlazione l’azione di Londra con un piano che mira ad attentare alle tradizioni del Natale.
Giorgia Meloni, che di terrorismo islamico ne sa quanto un normale avventore di un bar disinformato, si è fiondata sui tragici fatti di Londra per fare confusione su integralismo e terrorismo (che non sono la stessa cosa, ovviamente, ma intanto la gente che ne sa?) e cercare di usare un fatto di cronaca per rilanciare tutta la polemica sovranista sulle tradizioni messe a rischio dagli stranieri, tra l’altro dimenticando che in Italia la percentuali di stranieri è una delle più basse d’Europa e che, perfino, tra gli stranieri la maggioranza è cristiana e non di altre religioni.
Che ha detto? “Nuovo attentato islamico insanguina l'Europa: 2 morti e diversi feriti a Londra colpiti dal coltello di un fanatico. Si avvicina il Natale cristiano e gli integralisti islamici vogliono diffondere paura, motivo in più per non cedere un millimetro su nostre tradizioni e identità", così Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia su twitter.
Ossia un attentato del 29 novembre è fatto perché si avvicina in Natale cristiano? Siamo oltre la strumentalizzazione. Siamo alle stupidaggini per alimentare un po’ di islamofobia tra una marcia su Roma e un Mussolini in lista.
Il terrorismo è una cosa seria e pericolosa. Non merita letture così sciocche per guadagnare voti.