Top

Vietare il comizio di Forza Nuova a Bologna? Il Comune non può

L'assessore alla cultura Matteo Lepore replica all'appello di Bebo Guidetti de lo Stato Sociale: le iniziative elettorali previste dalla legge. Solo la questura può impedirla se valuta rischi

Forza Nuova
Forza Nuova

globalist

15 Febbraio 2018 - 17.52


Preroll

Il problema è uno e uno solo: fino a quando Forza Nuova non sarà sciolta e dichiarata fuorilegge avrà diritto allo stesso trattamento che hanno partiti e movimenti che si presentano alle elezioni.

 “Nessuna strada di Bologna è degna di una manifestazione di questo genere. Si tratta però di un comizio elettorale, che la legge italiana permette di svolgere. Da questo punto di vista il Comune non può vietarla, ma sono il Comitato per l’ordine pubblico e la questura che debbono- possono valutare se ci sono pericoli per la sicurezza”.
Così l’assessore alla cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore ha risposto, su Facebook, al post pubblicato da Alberto “Bebo” Guidetti membro della band Lo Stato Sociale.
Il musicista si era rivolto a lui in merito al comizio di Forza Nuova, domani sera in Piazza Galvani, al quale parteciperà anche il leader Roberto Fiore.

“Personalmente – ha scritto Lepore – credo che Bologna città medaglia d’oro per la Resistenza, debba evitare di fare passare per vittime di fare passare per vittime i fascisti di Forza Nuova e Casapound. Le vere vittime sono ricordate al Sacrario dei Caduti in Piazza Nettuno ed lì che io mi farò trovare per difendere la nostra democrazia e la nostra Costituzione. Nuovi e vecchi fascismi – ha aggiunto l’assessore – vanno sconfitti nelle urne, nelle scuole, negli stadi, sui mezzi di comunicazione, opponendosi con la non violenza, la cultura, il welfare e con il rifiuto morale di ogni propaganda politica macchiata di odio e di rancore”. 

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile