Ingroia accusa: Grillo è la sconfitta della democrazia
Top

Ingroia accusa: Grillo è la sconfitta della democrazia

Il leader di Rivoluzione Civile: Grillo è un uomo <br>di spettacolo e sta ancora facendo dei pregievoli spettacoli",

Ingroia accusa: Grillo è la sconfitta della democrazia
Preroll

Desk Modifica articolo

21 Febbraio 2013 - 22.47


ATF

“Il fenomeno Grillo dimostra la
sconfitta della democrazia perché l’elettore medio del M5S
voterà Beppe Grillo affinché lo rappresenti in Parlamento, ma
lui è l’unico del movimento che non si candida e in Parlamento
ci andranno tante persone, alcune delle quali con un curriculum
quasi imbarazzante, che gli elettori non conoscono”. Lo ha
ribadito il leader di Rivoluzione civile Antonio Ingroia
intervistato da Enrico Mentana a Bersaglio Mobile su La7. “In
democrazia non si manda un rappresentante a scatola chiusa, si
conosce, si sa cosa vuole fare e cosa pensa, ma i grillini
invece si sono sempre sottratti e l’unico che parla senza mai
contraddittorio è Grillo che verrá votato ma non andrà mai
in Parlamento, e questo è un paradosso del movimento”.

Ingroia ha concluso: “Grillo è un uomo
di spettacolo e sta ancora facendo dei pregievoli spettacoli”,
osservando che “si fa anche sostenere da altri uomini di
spettacolo di tutto rispetto da Fo a Celentano, però la
politica è un’altra cosa”. Quanto alla tipologia
dell’elettorato del M5S, secondo Ingroia “Grillo sta cercando
di aprirsi anche all’elettorato leghista e vicino a Berlusconi,
per questo si è scatenata questa bagarre tra Berlusconi e
Grillo negli ultimi giorni, ma io credo che la politica debba
essere diversa”.

Leggi anche:  Europee, Conte: "Resto alla guida del Movimento ma la responsabilità del risultato elettorale è tutta mia"
Native

Articoli correlati