La nipote di Rita Levi Montalcini dice no a Monti
Top

La nipote di Rita Levi Montalcini dice no a Monti

«La coerenza era un tratto di mia zia, e lo voglio mantenere: sono da anni schierata con i Moderati, fedeli al Pd. Cambieremo il paese con Bersani».

La nipote di Rita Levi Montalcini dice no a Monti
Preroll

Desk Modifica articolo

10 Gennaio 2013 - 15.46


ATF

Pesca a casa di tutti il senatore Mario Monti, alla ricerca di persone capaci e se possibile con nomi conosciuti da schierare nelle liste in vista delle prossime elezioni. Ma c’è anche chi dice no, nonostante l’offerta possa essere allettante.

È il caso di Piera Levi Montalcini, a cui Monti ha proposto di correre in Piemonte per lista del Senato. Ma lei ha risposto di no: resterà nelle fila dei Moderati con il Pd. «Dico no a Monti – ha detto la Levi Montalcini, ingegnere e consigliere comunale nei Moderati – Ringrazio per l’offerta della candidatura al Senato in Piemonte, ma ritengo che in questo momento in Italia ci sia bisogno di coerenza, coerenza che era un tratto distintivo di mia zia».

Ha poi spiegato la Levi Montalcini: «Sono da anni consigliera comunale a Torino con i Moderati di Giacomo Portas, leali da sempre al centrosinistra. Insieme al Pd di Bersani continueremo la nostra battaglia per migliorare il Paese».

Leggi anche:  Orlando (Pd): "Von der Leyen non è la vittoria dei socialisti ma il male minore"
Native

Articoli correlati