Uccise la sorella a coltellate, per Alberto Scagni confermati 24 anni: l'accusa chiedeva l'ergastolo
Top

Uccise la sorella a coltellate, per Alberto Scagni confermati 24 anni: l'accusa chiedeva l'ergastolo

Il sostituto procuratore generale Ezio Castaldi ha chiesto l'ergastolo per Alberto Scagni, condannato in primo grado a 24 anni e mezzo e dichiarato seminfermo di mente per l'omicidio della sorella Alice.

Uccise la sorella a coltellate, per Alberto Scagni confermati 24 anni: l'accusa chiedeva l'ergastolo
Alice Scagni con il fratello che l'ha uccisa
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Aprile 2024 - 14.30


ATF

Per Alberto Scagni, che il primo maggio del 2022 uccise la sorella Alice a coltellate, il sostituto procuratore generale Ezio Castaldi ha chiesto l’ergastolo ma la corte ha deciso di confermare la condanna di primo grado a 24 anni.

Scagni, sette ore prima dell’omicidio, aveva chiamato al telefono i genitori minacciando loro, la sorella e il cognato, se non avesse ricevuto dei soldi. Il padre aveva chiamato la Questura ma le volanti non erano intervenute perché «non c’era un pericolo attuale e concreto».

 L’avvocato ha chiesto, insieme al rito abbreviato, di applicare la misura di sicurezza in una Rems, prima della esecuzione in carcere. I giudici della Corte d’assise di appello sono in camera di consiglio e, a breve, potrebbero pronunciarsi.  

Leggi anche:  Arrestato il presunto assassino di Mauro Di Giacomo, l'osteopata barese ucciso a colpi di pistola il 18 dicembre
Native

Articoli correlati