Madre e bimbi morti nell'incendio: stufetta accesa perché in casa il riscaldamento non funzionava
Top

Madre e bimbi morti nell'incendio: stufetta accesa perché in casa il riscaldamento non funzionava

Mentre gli investigatori continuano a condurre accertamenti sul tragico incidente che ha portato alla morte di Stefania Alexandra Nistora e dei suoi tre figli a Bologna, emergono ulteriori dettagli sulle circostanze che hanno scatenato la tragedia

Madre e bimbi morti nell'incendio: stufetta accesa perché in casa il riscaldamento non funzionava
Stefania Alexandra Nistora morta a Bologna con i tre figli
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Marzo 2024 - 11.32


ATF

Mentre gli investigatori continuano a condurre accertamenti sul tragico incidente che ha portato alla morte di Stefania Alexandra Nistor, 32 anni, e dei suoi tre figli a Bologna, emergono ulteriori dettagli sulle circostanze che hanno scatenato la tragedia.

Sembrerebbe che nell’appartamento facesse estremamente freddo a causa del malfunzionamento del sistema di riscaldamento, costringendo la donna a ricorrere all’uso di una stufetta elettrica che successivamente ha causato l’incendio.

Secondo il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Bologna, Calogero Turturici, citato dal Corriere della Sera, “Nel condominio l’impianto di riscaldamento è centralizzato. Non sappiamo se non funzionasse in tutto lo stabile, ma sicuramente non funzionava in quell’appartamento“. E così Stefania Alexandra Nistor, dopo aver sistemato nel lettone i tre figli, Giorgia Alexandra, di sei anni, e i due gemelli Mattia Stefano e Giulia Maria, di due, ha acceso la stufetta per riscaldare un po’ l’ambiente. E si dev’essere addormentata anche lei.

Non è ancora chiaro se l’incendio sia partito da un cortocircuito della stufetta o della presa elettrica a cui era collegata, ma quando è scoppiato il rogo la stanza si è subito riempita di un fumo acre, che a quanto pare ha svegliato la donna: “Da come abbiamo rinvenuto i corpi pensiamo che abbia tentato aiutare i suoi bambini“, ha spiegato al Corriere il vicequestore aggiunto Luca Fiorini. I vigili del fuoco, infatti, hanno trovato i due gemelli a terra, mentre Stefania era accanto alla finestra, alla quale probabilmente si era avvicinata per aprirla e far uscire il fumo. Ma non ce l’ha fatta.

Leggi anche:  Un 21enne tunisino è stato ucciso nel parco della Montagnola, il sindaco Lepore: "Ora Piantedosi intervenga"

Dopo la tragedia l’ex marito di Stefania e padre dei tre bimbi, George Panaite Birta, ha avuto un malore. Nonostante la separazione i rapporti tra l’uomo e la ex erano rimasti amichevoli, e spesso lui andava a trovare i figli in quella casa nella quale sono morti. Disperata anche la madre di Stefania e nonna dei tre piccoli: quando ha saputo della disgrazia, riporta il Messaggero, ha preso a urlare straziata: “Mi avete lasciata sola. Vi ho perso tutti, siete andati tutti in cielo, angeli. Come farò ora senza di voi? Non ho più niente”.

Native

Articoli correlati