La madre di Michelle Causo: "Il giorno prima mia figlia era preoccupata e piangeva"
Top

La madre di Michelle Causo: "Il giorno prima mia figlia era preoccupata e piangeva"

Daniela Bertoneri, la madre di Michelle, uccisa a Primavalle da un 17enne a coltellate cerca di spiegare quello che è accaduto

La madre di Michelle Causo: "Il giorno prima mia figlia era preoccupata e piangeva"
Dolore per la morte di Michelle Causo
Preroll

globalist Modifica articolo

1 Luglio 2023 - 09.37


ATF

“Michelle Causo non è morta a causa di un debito di pochi euro,” afferma Daniela Bertoneri, la madre di Michelle, uccisa a Primavalle da un 17enne con tante coltellate. “Mia figlia lavoricchiava, quei giorni stava facendo la babysitter in piscina, e aveva soldi. I carabinieri hanno trovato 90 euro nella sua cameretta; li aveva messi da parte, quindi questa storia del debito è una sciocchezza.” “Penso che fosse tutto pianificato. Lui l’ha chiamata due volte al telefono mercoledì, il giorno in cui è morta,” aggiunge.

“Forse mia figlia Michelle – continua in un’intervista al Corriere della Sera – aveva scoperto qualcosa di losco; quel ragazzo postava sui social video di ragazzine. Forse mia figlia voleva proteggere un’amica da un possibile ricatto. Oppure forse lui si era invaghito di lei e, di fronte a un rifiuto, l’ha uccisa.”

“Con quel ragazzo ci ho parlato alcune volte, mi sembrava a posto, anche se diceva di non voler studiare e poi aveva sempre quel ciuffo sugli occhi che non mi piaceva. Adesso penso che possa avere davvero un lato oscuro, un’anima nera che non conoscevamo”. “L’ultima sera piangeva, sembrava preoccupata. E ora mi chiedo perché. L’altro giorno insieme a lei siamo morti tutti: io, mio marito, il nonno e il fratellino”.

Leggi anche:  Uccise Carol Maltesi, ergastolo per Davide Fontana: "Chiedo perdono, voglio riparare alle mie azioni"

Le due telefonate del killer

 Gli inquirenti cercano informazioni anche in alcuni cellulari che vengono ora analizzati dalla polizia per estrapolare i messaggi che contengono le piattaforme più utilizzate dai giovanissimi. Su TikTok, Instagram, ma anche Telegram e altri canali a cancellazione rapida. Si ipotizza che la ragazza sia stata invitata a casa dal suo omicida, probabilmente dopo due telefonate del ragazzo che l’avrebbe esortata ad andare da lui. Inoltre O.D.S. il giorno dell’uccisione di Michelle, sarebbe stato sotto effetto di stupefacenti, forse anche di allucinogeni. In casa sarebbero stati trovati stupefacenti e un piccolo laboratorio artigianale per produrre droga sintentica.

Native

Articoli correlati