Mannino rivela: "Riina e Provenzano a un congresso regionale della Dc per tentare di influenzarlo"
Top

Mannino rivela: "Riina e Provenzano a un congresso regionale della Dc per tentare di influenzarlo"

Mannino ha detto che Totò Riina e Bernardo Provenzano furono presenti ad Agrigento nel 1983 durante il congresso regionale della Democrazia Cristiana nel quale venne estromesso Vito Ciancimino, ex sindaco di Palermo colluso con la mafia.

Mannino rivela: "Riina e Provenzano a un congresso regionale della Dc per tentare di influenzarlo"
Calogero Mannino
Preroll

globalist Modifica articolo

26 Maggio 2023 - 09.58


ATF

Durante un convegno che si è tenuto presso la Biblioteca Lucchesiana di Agrigento, Calogero Mannino, ex ministro dello “Scudocrociato”, ha svelato un dettaglio inedito.

Mannino ha detto che Totò Riina e Bernardo Provenzano furono presenti ad Agrigento nel 1983 durante il congresso regionale della Democrazia Cristiana nel quale venne estromesso Vito Ciancimino, ex sindaco di Palermo colluso con la mafia.

I due boss mafiosi si sistemarono in un albergo di fronte al Jolly Hotel. Questa rivelazione aggiunge un tassello intrigante alla storia e mette in luce la complessità delle relazioni tra politica e criminalità organizzata nell’Italia di quel periodo.

“La presenza dei due pericolosi latitanti al congresso regionale della Democrazia cristiana – dice una nota a firma degli organizzatori – induce a pensare che essi erano davvero interessati ad influenzare il congresso o quanto meno a capire il suo svolgimento al fine di conoscere chi fossero stati i nemici da sconfiggere. Il congresso, nonostante la presenza dei due criminali mafiosi, scelse la strada di emarginare Ciancimino, che era
il loro referente politico, facendo una scelta etica politica di grande valore storico, sempre attuale”.

Leggi anche:  Prestò la sua identità a Matteo Messina Denaro: condannato a 14 anni di carcere il geometra Andrea Bonafede
Native

Articoli correlati