Ucciso e finito in una cisterna: fermato il fratello della vittima
Top

Ucciso e finito in una cisterna: fermato il fratello della vittima

Questa la fine di Vincenzo Scupola, 78 anni, che presentava una ferita da arma contundente al volto. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Taurisano avvisati da un testimone . È successo a Specchia in provincia di Lecce

Ucciso e finito in una cisterna: fermato il fratello della vittima
Polizia scientifica
Preroll

globalist Modifica articolo

26 Marzo 2023 - 11.20


ATF

Una discussione accesa poi finita male. Avrebbe avuto prima una lite violenta con il fratello minore e poi sarebbe finito in una cisterna per la raccolta delle acque piovane in campagna a Specchia, in provincia di Lecce dove ieri pomeriggio è stato ritrovato senza vita. 

Questa la fine di Vincenzo Scupola, 78 anni, che presentava una ferita da arma contundente al volto. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Polizia di Taurisano avvisati da un testimone oculare della lite.

Gli inquirenti della Polizia di Stato e il pubblico ministero stanno cercando di capire se la vittima sia finita autonomamente nella vasca dopo la colluttazione con il fratello 70enne oppure se sia stato gettato dopo la morte. Il fratello minore ha ammesso il litigio e ieri sera è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Durante la lite potrebbe aver usato un bastone.

Leggi anche:  Si presenta in caserma con il cadavere della moglie in un furgone: i due stavano discutendo per l'affidamento dei figli
Native

Articoli correlati