Tentativo di stupro, la sindaca di Piacenza: "Solidale con la donna ucraina vittima dell'aggressione"
Top

Tentativo di stupro, la sindaca di Piacenza: "Solidale con la donna ucraina vittima dell'aggressione"

Nella cittadina emiliana un richiedente asilo della Guinea ha cercato di abusare di una rifugiata ucraina: la condanna della sindaca di Piacenza Katia Tarasconi.

Tentativo di stupro, la sindaca di Piacenza: "Solidale con la donna ucraina vittima dell'aggressione"
Katia Tarasconi
Preroll

globalist Modifica articolo

21 Agosto 2022 - 17.38


ATF

Katia Tarasconi, la sindaca di Piacenza, commenta l’arresto di un 27enne, bloccato dalla polizia all’alba, che stava violentando una donna nel centro storico della città:

«È agghiacciante quello che è accaduto, che una donna sola sia stata assalita da un criminale vigliacco che ha abusato di lei. Appena possibile contatterò questa povera vittima, che tra l’altro arriva da un paese martoriato dalla guerra, l’Ucraina, e le farò sentire tutta la mia personale vicinanza come donna e tutta la vicinanza dell’intera comunità piacentina che rappresento».

«Questo delinquente – sottolinea Tarasconi – è stato colto sul fatto. È un cittadino della Guinea che ora si troverà a rispondere del suo crimine osceno di fronte alla Giustizia del Paese a cui stava chiedendo asilo. Perché è così che funziona in uno Stato di diritto: i criminali devono pagare per ciò che hanno fatto. Spero che non si scada nella strumentalizzazione riguardo la nazionalità del delinquente, come se fosse colpa di chi si impegna per l’accoglienza e l’integrazione se un richiedente asilo commette un crimine. La colpa è del richiedente asilo in questione».

Leggi anche:  Ragazza violentata e rapinata da due uomini a volto coperto
Native

Articoli correlati