Top

Ucraina, Landini: "No alla guerra, ma è sbagliato inviare armi"

Il segretario della Cgil Landini si schiera contro la guerra e contro l'invio di armi in Ucraina: "Putin nemico della democrazia, la sua posizione non è quella del popolo russo"

Ucraina, Landini: "No alla guerra, ma è sbagliato inviare armi"
Maurizio Landini

globalist

5 Marzo 2022 - 17.19


Preroll

Il segretario generale della Cgil Maurizio Landini ha preso parola dal palco di piazza San Giovanni, dove si è riunito il movimento pacifista, in chiusura di una manifestazione che ha coinvolto 50 mila persone. “Da Roma arriva un messaggio chiaro: no alla guerra! Un messaggio forte – ha dichiarato Landini – siamo di fronte al rischio concreto di tornare indietro di 70 anni, che la guerra torni ad essere lo strumento normale di regolazione dei rapporti tra gli Stati e tra le persone e non possiamo permetterlo. Esprimiamo con grande forza la nostra solidarietà al popolo ucraino che oggi sotto una aggressione criminale, che è la decisione di Putin che si dimostra cosi nemico della democrazia, della libertà, dell’autodeterminazione“.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Landini ha poi aggiunto: “La nostra solidarietà va anche al popolo russo che si sta mobilitando: lì manifestare per la pace vuol dire essere arrestati. Questo vuol dire la posizione di Putin non è quella del popolo Russo“, ha aggiunto. “La guerra – ha proseguito- non si ferma con altre guerre, non si ferma inviando armi al popolo ucraino, non è questa la scelta che noi dobbiamo compiere. La guerra si ferma in questo momento inviando in Ucraina l’Onu”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile