Top

Il sindaco di Palermo sul Covid: "Le regole vanno rispettate, 120mila morti sono già una strage"

Orlando ai microfoni de 'L'Italia s'è desta' su Radio Cusano Campus: "Noi stiamo qui a discutere apertura sì o apertura no, ma se non si rispettano le regole elementari non si va da nessuna parte."

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando
Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando

globalist Modifica articolo

28 Aprile 2021 - 09.03


Preroll

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, intervenendo ai microfoni della trasmissione ‘L’Italia s’è desta’ su Radio Cusano Campus ha parlato della disastrosa situazione sicula e italiana creata dl Covid.
Oggi per il capoluogo siciliano potrebbe essere l’ultimo giorno di zona rossa e il sindaco di Palermo è preoccpato a causa della negligenza e del non rispetto delle regole basilari che potrebbero causare una nuova ondata in Sicilia. 
“Centoventimila morti sono già una strage. Noi stiamo qui a discutere apertura sì o apertura no, ma se non si rispettano le regole elementari non si va da nessuna parte. Come si fa a controllare con questo sistema a maglie larghe? L’incoscienza di una minoranza ha già prodotto una strage. Siamo il Paese in Europa con più morti”.
“Continuare questo balletto non serve – ha aggiunto – bisogna che i media martellino i cittadini, facciano comprendere alle persone che non devono nascondersi dietro l’alibi che non ci sono controlli, perché non si possono controllare 60 milioni di persone. L’altro giorno a Palermo sono state ordinate 40 pizze dalla stessa persona, è difficile che fossero tutte per lui e per la sua famiglia”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile