Top

Sette fascisti condannati a Milano (a pene lievi) per violazione della legge Scelba

Avevano urlato 'Eia! Eia! Eia! Alalà' in occasione del centenario della nascita del movimento dei Fasci italiani di combattimento.

Fascisti a una manifestazione

globalist

3 Marzo 2021


Preroll

Meglio di niente: sono sette le condanne a due mesi, nel processo con rito abbreviato davanti al giudice di Milano Teresa Ferrari da Passano, inflitte agli imputati per avere urlato ‘Eia! Eia! Eia! Alalà’ – grido che durante il fascismo era usato dalle squadre di azione -, in piazza San Sepolcro a Milano il 23 marzo 2019, in occasione del centenario della nascita del movimento dei Fasci italiani di combattimento.
 Nell’inchiesta, coordinata dal pm Enrico Pavone che aveva chiesto una condanna a cinque mesi, l’accusa contestata è di violazione della legge Scelba che sanziona l’apologia del fascismo. Concessa a due degli imputati la messa alla prova.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage