Altre due ragazze hanno denunciato Alberto Genovese per violenza sessuale

I racconti parlano dello stesso modus operandi: prima sono state drogate e dopo Genovese ha approfittato di loro

Alberto Genovese

Alberto Genovese

globalist 18 dicembre 2020

Continuano le accuse nei confronti di Alberto Genovese: altre due giovani donne denunciano di essere state violentate dal 43enne milanese.


Le giovani donne hanno denunciato più episodi accaduti a Milano, in una villa affittata in estate nell’isola spagnola, dove un’altra donna ha detto di essere stata stuprata, e a Mykonos, in Grecia.


Le violenze avrebbero tutte le stesse pesanti caratteristiche: prima le ragazze sarebbero state drogate e poi Genovese avrebbe approfittato di loro, senza però, per fortuna delle vittime, raggiungere i livelli della violenza nei confronti della modella 18 enne.


L’imprenditore è già iscritto per cessione di droga e violenza sessuale anche per un altro episodio, oltre a quello degli abusi sulla 18enne che sarebbero avvenuti il 10 ottobre.


La presunta vittima è una 23enne che lo ha denunciato formalmente nelle scorse settimane dopo aver raccontato di essere stata anche lei drogata e violentata lo scorso luglio in una villa a Ibiza presa in affitto per le vacanze dal 43enne.


Indagati nell’inchiesta della Squadra mobile anche l’ex fidanzata di Genovese e il suo cosiddetto ‘braccio destro’ Daniele Leali.


Intanto, le indagini patrimoniali e finanziarie partite nelle scorse settimane, anche per approfondimenti legati ad un presunto giro di droga, sono state affidate alla Gdf e al pm Paolo Filippini che, dunque, si affianca nell’inchiesta all’aggiunto Letizia Mannella e al pm Rosaria Stagnaro.