Top

Da lunedì tornano a scuola 719mila studenti dopo le misure anti-Covid

Con il rientro di alcune Regioni in zona arancione si allentano le misure per la didattica a distanza

Scuola
Scuola

globalist

29 Novembre 2020 - 10.51


Preroll

Nuovo cambiamento nella didattica a partire da domani: con il passaggio di alcune Regioni dalla zona rossa a quella arancione da lunedì infatti torneranno in classe 719mila studenti, mentre altri 3.320.958 restano in didattica a distanza.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Continuano infatti a seguire le lezioni da casa i 2.734.012 studenti degli istituti della secondaria di secondo grado, oltre a circa 507mila alunni del primo ciclo nelle zone rosse rimaste (Campania, Toscana e Abruzzo) e a 79.995 alunni di seconda e terza media del Piemonte.

Middle placement Mobile

Secondo i conteggi di Tuttoscuola, i 719mila studenti lombardi e calabresi che potranno tornare in presenza, frequentano per la maggior parte le seconde e le terze della scuola secondaria.

Dynamic 1

In Campania, invece, dal 25 novembre sono tornati a scuola solo i bambini della scuola dell’infanzia e della prima classe della scuola elementare; è stato infatti prorogato fino al 7 dicembre il regime di didattica a distanza dalla seconda classe della scuola primaria.

Tra gli alunni che seguiranno le lezioni in presenza ci saranno anche 164.140 alunni con disabilità, mentre altri 97.540, quasi tutti di scuola secondaria di II grado, dovranno seguire l’attività da casa, a meno che non vogliano frequentare anche da soli le lezioni preparate per loro a scuola.

Dynamic 2

Con il rientro in classe degli alunni, non saranno più 362mila i docenti che dai primi di novembre erano stati costretti a seguire i loro alunni a distanza: saranno infatti 331.557 quelli che continueranno a farlo da casa.

Saranno in classe anche 110.091 docenti di sostegno, mentre 60.288 loro colleghi seguiranno gli alunni affidati in altra forma.

Dynamic 3
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile