Mondragone, il razzismo sui bulgari del candidato di De Luca: "Zingari ignoranti"

Le incredibili parole del consigliere regionale della Campania Giovanni Zannini, ricandidato alle prossime elezioni con lo schieramento di centrosinistra nella lista 'De Luca presidente

Giovanni Zannini

Giovanni Zannini

globalist 26 giugno 2020

Se la pensa così ha scelto lo schieramento politico sbagliato visto l’inaccettabile razzismo delle sue affermazioni: "Da stamattina riprendono le attività di prelievo del sangue a chi sta nei Palazzi Cirio. Ieri questi stranieri non volevano farsi il prelievo del sangue, pensavano che poi sarebbe stato venduto. C’è un'ignoranza totale, sono zingari, non è facile farsi capire".

Sono le parole pronunciate, in una diretta Facebook, dal consigliere regionale della Campania Giovanni Zannini, ricandidato alle prossime elezioni con lo schieramento di centrosinistra nella lista 'De Luca presidente', in merito al focolaio scoppiato a Mondragone (Caserta).

"Non siamo quelli che sono stati mostrati ieri - ha detto, riferendosi ai momenti di tensione registrati nell'area dei Palazzi Cirio -, non possiamo essere rappresentati cosi' in Italia, altrimenti ci confonderanno e tra noi e gli stranieri non ci sarà differenza".