Top

Gli organizzatori della provocazione No-Vax di Firenze sono stati denunciati

La manifestazione era autorizzata e si è svolta in modo pacifico, ma quasi nessuno indossava mascherine o rispettava le distanze di sicurezza.

No vax
No vax

globalist

22 Giugno 2020 - 17.34


Preroll

Erano scesi in piazza senza nessuna protezione, in completo spregio delle misure di sicurezza. D’altronde, erano lì per protestare anche contro quelle stesse misure, tra le altre cose. Perché questa è gente che se non viene colpita direttamente da una tragedia, preferisce pensare che non sia successo nulla, che sia tutto un complotto e che il Governo stia mentendo. Una visione del mondo che susciterebbe compassione, se non fosse un insulto alle persone che ogni giorno, per il Covid-19, continuano a morire. E allora non si può che accogliere con soddisfazione la notizia che gli organizzatori del raduno no-vax, no-5g, no-banche, no-politica, no-tav, no-qualsiasi cosa sono stati denunciati dalla Questura di Firenze. 
La manifestazione era autorizzata e si è svolta in modo pacifico, ma quasi nessuno indossava mascherine o rispettava le distanze di sicurezza. E a quei faciloni che hanno la risposta pronta (“Ma allora le manifestazioni della sinistra vanno bene?”) basta rispondere che, al netto del fatto che chi scende in strada contro il razzismo, per i diritti dei bracciani e delle donne, ha sempre più ragione di chi scende per protestare contro la scienza, ciò che vale è quantomeno l’impegno a fare le cose seguendo le regole. Impegno che in tutte le manifestazioni ‘di sinistra’ (Black Lives Matter a Piazza del Popolo, le donne a Perugia ieri, le proteste dei braccianti) questo tentativo è stato fatto e in alcuni casi è anche riuscito. Chi è sceso in piazza il 2 giugno, o a Firenze, lo ha fatto proprio perché della sicurezza se ne vuole fregare. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Middle placement Mobile

 

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage