I protestanti italiani in ginocchio contro il razzismo: "Le vite di neri e migranti contano"
Top

I protestanti italiani in ginocchio contro il razzismo: "Le vite di neri e migranti contano"

Il pastore Luca Negro: "Ci inginocchieremo per dire che le vite dei neri contano, che le vite dei migranti contano, che le vite di tutte e tutti contano"

Black Lives Matter
Black Lives Matter
Preroll

globalist Modifica articolo

20 Giugno 2020 - 09.59


ATF

Per la giornata mondiale del Rifugiato oggi i protestanti italiani sono in ginocchio contro il razzismo: è l’iniziativa lanciata dalla Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, attraverso il programma migranti e rifugiati, Mediterranean Hope, in occasione della Giornata istituita dalle Nazioni Unite nel 2000.
“Ci inginocchieremo – spiega il pastore Luca Negro – esattamente come 55 anni fa fece il pastore battista Martin Luther King a Selma, inaugurando una forma di protesta. Ci inginocchieremo per dire che le vite dei neri contano, che le vite dei migranti contano, che le vite di tutte e tutti contano. Con questo gesto vogliamo affermare che i neri, gli immigrati, ogni essere umano è una persona che deve essere protetta, tanto più quando è perseguitata, discriminata o giudicata”.

Leggi anche:  Razzismo e omofobia: il Chelsea avvia una procedura disciplinare interna contro Enzo Fernández
Native

Articoli correlati