Top

Gli striscioni infami dei fascisti di Casapound contro l'Anpi: "Negazionismo sulle foibe"

Questo il messaggio apparso su striscioni a firma CasaPound affissi nella notte in un centinaio di città italiane, dopo le polemiche sul 'Giorno del Ricordo' e la commemorazione dei martiri delle foibe.

Lo striscione infame
Lo striscione infame

globalist

12 Febbraio 2020 - 10.49


Preroll

Bugie dai fascisti di Casapound. Le foibe usate ancora una volta in modo strumentale per attaccare chi ha fatto la Resistenza. “Anpi difende i titini? Negazionismo & quattrini”. Questo il messaggio apparso su striscioni a firma CasaPound affissi nella notte in un centinaio di città italiane, dopo le polemiche sul ‘Giorno del Ricordo’ e la commemorazione dei martiri delle foibe.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Non ci stiamo all’ipocrisia di chi ritiene l’Anpi intoccabile solo per il nome che porta – sottolinea CasaPound in una nota -. Chi definisce ‘presunta vittima’ una martire come Norma Cossetto, studentessa istriana violentata e infoibata dai partigiani titini nel 1943, o mette in dubbio l’esistenza di un progetto di pulizia etnica come quello del comunismo jugoslavo che ha fatto 10.000 morti e 350.000 esuli dovrebbe essere tenuto fuori dalle celebrazioni di una data come il Giorno del Ricordo, e invece all’Anpi ha aperto le porte persino il Senato per una conferenza dal titolo che evocava la retorica riduzionista”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile