Giulio Regeni, le accuse dei genitori: "L'ambasciatore in Egitto non è interessato alla verità"

I genitori nel corso dell'audizione avevano già criticato la decisione di inviare l'ambasciatore Giampaolo Cantini in Egitto, dopo che era stato richiamato Maurizio Massari.

I genitori di Giulio Regeni

I genitori di Giulio Regeni

globalist 4 febbraio 2020
Accusa pesante dei genitori di Giulio Regeni, oggi sentiti in commissione parlamentare d'inchiesta per la morte del figlio, il giovane ricercatore ucciso in Egitto nel 2016: "Da tempo l'ambasciatore Cantini non ci risponde. Evidentemente persegue obiettivi altri, diversi da quelli di verità e giustizia. Mentre porta avanti altri con successo iniziative rivolte all'agevolazione di scambi economici, affari, politica e turismo" hanno accusato i genitori di Regeni. 
I genitori nel corso dell'audizione avevano già criticato la decisione di inviare l'ambasciatore Giampaolo Cantini in Egitto, dopo che era stato richiamato Maurizio Massari. La scelta presa da parte dell'allora ministro degli Esteri Angelino Alfano è stata definita dalla mamma di Giulio come "una fuffa velenosa". "Le persone che credono nelle istituzioni hanno creduto fosse una buona strategia quella di mandare Cantini invece si è rivelata una fuffa velenosa", ha sottolineato la mamma di Giulio.