Top

Strage di Marzabotto, l'Anpi: "Il culto della violenza si contrasta anche con la memoria"

La presidente nazionale dell’Anpi Carla Nespolo: "Un omaggio che non è ritualità, bensì stimolo ad una vigilanza democratica che mai deve mancare nelle coscienze delle persone"

Il ricordo della strage nazi-fascista di Marzabotto
Il ricordo della strage nazi-fascista di Marzabotto

globalist Modifica articolo

6 Ottobre 2019 - 12.15


Preroll

Marzabotto, orrore nazi-fascista. E oggi una celebrazione ha ricordato la crudele strage.

OutStream Desktop
Top right Mobile


Così la presidente nazionale dell’Anpi Carla Nespolo ha inviato un messaggio molto importante soprattutto in un clima di negazionismo e revisionismo storico: “Alla comunità di Marzabotto, alla Sindaca Valentina Cuppi, al Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, alle delegazioni dell’Anpi, ai rappresentanti degli Enti locali e a tutto il pubblico presente, giunga il mio caloroso saluto in questa importante giornata di memoria attiva. Siete riuniti per rendere omaggio alle vittime dell’eccidio di Monte Sole, a quegli innocenti barbaramente massacrati dalla criminalità nazifascista. Un omaggio che non è ritualità, bensì stimolo ad una vigilanza democratica che mai deve mancare nelle coscienze delle persone. Stimolo, inoltre, all’educazione antifascista delle giovani generazioni: le tentazioni autoritarie e il culto della violenza si contrastano con la trasmissione viva e intensa di quanto siano costati al Paese la libertà e la democrazia e di quanto sia decisivo preservare questi due valori, queste due essenziali condizioni di vita e convivenza civili. Non posso essere lì con voi fisicamente ma ci tenevo ad esserci almeno idealmente.
Vi abbraccio tutti con amicizia”

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile