Top

"Volevano uccidermi": la denuncia del coordinatore della Lega in Sardegna

Giovanni Nurra non ha dubbi: "è stato un attentato. Hanno allentato i bulloni delle ruote posteriori della mia auto. Potevano uccidere me e la mia famiglia, in giornata presenterò un esposto alla Digos di Sassari"

Giovanni Nurra
Giovanni Nurra

globalist

19 Settembre 2018 - 11.47


Preroll

Il coordinatore della Lega nord in Sardegna, Giovanni Nurra, ha raccontato di essere stato il bersaglio di quello che definisce un vero e proprio attentato che aveva lo scopo di uccidere lui e la sua famiglia. “Volevano uccidermi – ha detto Nurra – in giornata presenterò un esposto alla Digos di Sassari per trovare i responsabili”.
Per il cordinatore della Lega non ci sono dubbi, è stato un attentato. “Potevano uccidere me e la mia famiglia”, ha aggiunto. Nurra ha riferito che dieci giorni fa ha rischiato di rimanere vittima di un incidente stradale dopo che alcuni ignoti, agendo di notte, hanno allentato i bulloni che sostengono le ruote posteriori della sua auto con il preciso scopo di causarne il distacco. L’episodio si sarebbe verificato a Cossoine, in provincia di Sassari.
“Ho preso l’auto con la mia compagna e mio figlio di quattro anni – ha raccontato Nurra – quando abbiamo sentito dei rumori strani e ci siamo resi conto che le ruote avevano qualche problema. A quel punto sono andato dal meccanico e abbiamo scoperto cosa era successo. Il meccanico mi ha detto che se non ci fossimo accorti di nulla saremmo potuti morire. perdendo le ruote posteriori difficilmente avremmo avuto scampo”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile