Fu il killer di due coetanei: fugge dal carcere minorile ma subito dopo lo catturano
Top

Fu il killer di due coetanei: fugge dal carcere minorile ma subito dopo lo catturano

In tutto il Cagliaritano è scattata un'imponente caccia all'uomo, con elicotteri e posti di blocco.

Condannato per il duplice omicidio di due coetanei evade dal carcere minorile
Condannato per il duplice omicidio di due coetanei evade dal carcere minorile
Preroll

globalist Modifica articolo

9 Agosto 2017 - 16.45


ATF

E’ durata meno di un’ora la fuga di Paolo Enrico Pinna, evaso dal carcere minorile di Quartucciu (Cagliari), dove era rinchiuso per l’omicidio di Gianluca Monni e Stefano Masala. Pinna era stato condannato a vent’anni di carcere per aver ucciso, ancora minorenne, i due giovani in seguito a una banale lite. Il detenuto, che ha compiuto 19 anni, per la fuga avrebbe utilizzato anche una scala.

Paolo Enrico Pinna, il giovane condannato a 20 anni per il duplice omicidio di Orune e Nule, è evaso dal carcere minorile di Quartucciu (Cagliari) dov’era detenuto. Al momento non si conoscono i dettagli della fuga, sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri che stanno effettuando le verifiche, mentre altri accertamenti sono in corso da parte dei responsabili della struttura minorile. Il 19enne era accusato insieme al cugino Alberto Cubeddu, 21 anni, dei delitti di Gianluca Monni, lo studente di 19 anni ucciso a Orune (Nuoro) l’8 maggio 2015 mentre aspettava di salire sull’autobus che lo avrebbe portato a scuola, e quello di Stefano Masala, 29 anni di Nule (Sassari), di cui si sono perse le tracce il 7 maggio del 2015, il giorno prima dell’assassinio di Monni. Attualmente Pinna non era in regime di sicurezza, ma detenuto come gli altri giovani che si trovano nelle struttura minorile. In tutto il Cagliaritano è scattata un’imponente caccia all’uomo, con elicotteri e posti di blocco.

Leggi anche:  Epidemia di scabbia nel carcere di Bolzano: "Sovraffollamento e scarsa igiene, il governo se ne frega"

Native

Articoli correlati