Alla Rai arrivano le nomine tra le polemiche sulla mail truffa e il caso Tg2

Il consiglio di vigilanza scriverà una lettera al collegio sindacale Rai per chiedere di essere costantemente aggiornata sugli sviluppi del caso e intanto già fanno discutere le indiscrezioni sui nuovi incarichi

Rai

Rai

globalist 14 maggio 2020
La mail truffa al settimo piano della Rai. Sul caso, la Commissione di Vigilanza scriverà una lettera al collegio sindacale Rai per chiedere di essere costantemente aggiornata sugli sviluppi del caso; vicenda - ricordiamo - che ha coinvolto il presidente Marcello Foa e l'ad Fabrizio Salini, entrambi ascoltati in Vigilanza a dicembre.

La lettera è un punto di approdo trovato dal presidente della Vigilanza, Baracchini nel corso della riunione dell'Ufficio di Presidenza della Commissione. Lega, ovviamente, contraria, Foa ce lo ha messo Salvini in Rai. Tutti gli altri favorevoli al passo della Vigilanza, nella speranza di arrivare alla verità sul pasticciaccio brutto di viale Mazzini.
Non è stata una riunione serena, quella di ieri, con la Lega a fare le barricate attorno al suo uomo. Nel frattempo, rumors insistenti dicono di imminenti nomine, che arriverebbero solo a soddisfazione di accordi "usa e getta" senza che si siano sciolti i grossi nodi della governance, della linea editoriale e della qualità del prodotto in relazione al nuovo contratto di servizio; nel frattempo, dicevamo. Un petit accordo per la soddisfazione ( politica e personale ) di pochi.
Nel frattempo, per Anzaldi ( Iv ) il TG2 ne fa una delle sue. Il segretario della Vigilanza questa volta chiede che intervenga Antonio Di Bella che in Rai, oltre che direttore di Rainews24, è capo della task force contro le fake news. Dice Anzaldi: Di Bella acquisisca il video delle edizioni di ieri del Tg2 e valuti se l'informazione del Tg diretto da Gennaro Sangiuliano abbia rispettato la verità sostanziale delle notizie e se sia stato corretto. Quale la questione? Secondo la denuncia di Anzaldi, il Tg2 di ieri, alle 13, ha censurato il sonoro delle offensive parole del leghista Alessandro Pagano a Silvia Romano, apostrofata come "neo terrorista".. Questo alle 13, nell'edizione della sera anziché riparare il danno, il Tg2 "è arrivato addirittura a manipolare le immagini ufficiali della Camera pur di eliminare qualsiasi riferimento visivo a Salvini e al partito della Lega". Per questo, il parlamentare di Iv si rivolge anche alla Presidenza della Camera, che dovrebbe valutare di chiedere chiarimenti alla Rai.
Per sintetizzare, secondo la denuncia, tutti i Tg ieri hanno riportato la grave castroneria di Pagano, leghista, tranne il Tg2.
"E' opportuno che Di Bella, Salini e il CdA offrontino subito la questione del Tg2 - chiude la denuncia - visto che nella riunione di domani si parlerà di sostituzione dei direttori dei Tg".in verità, caselle e nomi annunciati fanno pensare a quel petit accordo di cui sopra, che non promette bene se non l'antica logica di questo a me, e questo a te. Con buona pace delle urgenze del servizio pubblico. Non resta che attendere.