La denuncia: la cancellazione di Chef Rubio "puzza di ragione politica"

Barbara Castiello, che collabora con Gabriele Rubini dà la sua lettura: "Vampirizzato senza neanche poter fiatare"

Chef Rubio

Chef Rubio

globalist 13 novembre 2019
Rai2 non ha mai scelto chef Rubio "come testimonial contro il bullismo. Rubio è stato solo invitato come ospite della trasmissione #RagazziContro per parlare di Cyberbullismo. La Rai blocca la puntata con Rubio perché inopportuno. La puntata è stata registrata a ottobre. La Rai ha avuto tutto il tempo di valutare se Rubio ha detto cose inopportune. Questo non viene specificato.
E cosi' non è stato. Carlo Freccero sostiene che Rubio 'avrebbe vampirizzato il programma'. Beh con tutto questo polverone che hanno sollevato Rubio ha vampirizzato senza neanche poter fiatare". Lo scrive su Facebook Barbara Castiello, addetta stampa di chef Rubio aggiungendo che "la cancellazione del programma Rai con Rubio ospite puzza proprio di ragione politica".
"Anzaldi, renziano, di Italia Viva e segretario della Commissione Vigilanza Rai, - prosegue Castiello - un paio di giorni fa ha chiesto che la Rai prendesse in considerazione l'idea di affidare un programma a Chef Rubio, in uscita da Discovery. Pronta la risposta di Salvini hater Rubio è stato ambassador delle campagne Write for Rights 2016 e 5x1000 (2017 e 2018). Non si trattava di campagne contro il bullismo ma per i diritti umani. Rubio ha portato a termine tutte le campagne come da accordi previsti con Amnesty Italia.
Non abbiamo mai ricevuto alcuna comunicazione ufficiale di Amnesty d'interruzione dei rapporti ma abbiamo appreso dai giornali che su segnalazione di Selvaggia Lucarelli, Amnesty Italia riteneva opportuno non proseguire con altre collaborazioni. Amen. Tutto questo accade, conclude Castiello, mentre Rubio prosegue il suo viaggio e saluta tutti dal Kurdistan".