Top

Casa: come gestire la ristrutturazione del bagno

Pareti, finestre e aperture delle porte determineranno in tal senso il posizionamento di sanitari di prima qualità come il water, il bidet, il lavabo e la vasca da bagno

<picture> Casa: come gestire la ristrutturazione del bagno </picture>
Bagno

globalist

15 Gennaio 2022


Preroll

Il bagno è una delle due stanze che può davvero aggiungere valore alla propria casa. Per questo motivo bisogna saperne gestire la ristrutturazione, optando sia per delle finiture adeguate allo stile e al design che si intende impostare che scegliere i sanitari appropriati ed in particolar modo le vasche da bagno. In riferimento a queste ultime, vediamo nel dettaglio su quali modelli orientarsi analizzandone le molteplici funzionalità.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Considerare le caratteristiche strutturali della stanza da bagno

Middle placement Mobile

Quando si tratta di gestire la ristrutturazione della stanza da bagno è importante sapere che ci sono sicuramente alcune buone indicazioni da seguire. Pareti, finestre e aperture delle porte determineranno in tal senso il posizionamento di sanitari di prima qualità come il water, il bidet, il lavabo e la vasca da bagno. L’ampiezza del contesto è tuttavia fondamentale soprattutto se si ha poco spazio con cui lavorare; infatti, se è decisamente ridotto allora conviene scegliere accessori e sanitari delle giuste dimensioni in modo che non possano creare difficoltà di movimento. In tal senso una vasca da bagno piccola e con il classico seggiolino potrebbe essere l’ideale. Se invece si opta per posizionarla in un angolo, allora è importante sapere che sul mercato sono disponibili anche dei modelli con le stesse caratteristiche geometriche e persino dotate di idromassaggio.

Dynamic 1

Valutare la dimensione della vasca da bagno

Un’altra considerazione importante da fare nel momento in cui si intende gestire al meglio la ristrutturazione di una stanza da bagno consiste nel valutare la dimensione dei sanitari. Si tratta infatti di un fattore importante in quanto la casa potrebbe non aver bisogno di modelli grandi e quindi andrebbero bene anche delle vasche da bagno più piccole rispetto agli standard. Modelli rettangolari, tondi o angolari, sono in tal senso ideali per ottimizzare lo spazio disponibile senza dover rinunciare allo stile con cui si intende arredare il contesto. A margine va altresì aggiunto che sebbene sembri visivamente più attraente, una vasca da bagno grande richiederà un maggior quantitativo di acqua per riempirsi con una conseguente ripercussione sulla bolletta emanata dall’ente fornitore. Per questo motivo optare per una struttura più piccola potrebbe rivelarsi un’ottima scelta.

Dynamic 2

Scegliere una vasca da bagno leggera

Quando si acquista una vasca da bagno il peso è un altro fattore cruciale da considerare. Infatti, determinerà dove è possibile posizionarla se ovviamente si è optato per il modello con piedini. Premesso ciò, se il materiale della vasca è troppo pesante, il pavimento e la casa potrebbero non essere in grado di sostenerla quando è piena d’acqua. Questa condizione può risultare complicata poiché alcuni dei materiali di qualità come ghisa, pietra naturale e rame sono altamente desiderabili, ma spesso si rivelano troppo pesanti per molte case. Una soluzione comune a questo problema è rinforzare il pavimento in modo che possa sopportare l’aumento di peso. In alternativa va detto che ci sono anche vasche realizzate con materiali come la resina di pietra e l’acrilico che risultano ideali per soddisfare estetica e leggerezza, nonché per regalare tonalità di colore adeguate al design impostato.

Dynamic 3
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage