Top

Medvedev: "Zelensky rifiuta i colloqui di pace con la Russia per paura di essere ucciso in Ucraina"

L'ex premier e presidente russo Dmitry Medvedev ha detto che se Zelensky riconoscesse i territori controllati da Mosca come territorio russo, i suoi militari e i «nazionalisti» lo ucciderebbero,

Medvedev: "Zelensky rifiuta i colloqui di pace con la Russia per paura di essere ucciso in Ucraina"

globalist Modifica articolo

19 Novembre 2022 - 19.38


Preroll

Guerra in Ucraina, i guerrafondai di Mosca non smettono di dire idiozie. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky rifiuta di impegnarsi a colloqui di pace con la Russia «per paura di essere ucciso». E’ quanto sostiene l’ex premier e presidente russo Dmitry Medvedev in un post su Telegram, nel quale sottolinea che la riluttanza dell’Occidente ad accusare la Russia di essere dietro il missile esploso in Polonia è «un sintomo» della sua stanchezza nei confronti del governo ucraino, e in particolare di Zelensky, che «continua a peggiorare la situazione, a lamentarsi e a chiedere più soldi e più armi».

OutStream Desktop
Top right Mobile

Gli Stati Uniti, l’Unione Europea e la Nato non vogliono una «rottura definitiva» con la Russia, che potrebbe scatenare la terza guerra mondiale, ha affermato ancora Medvedev, che è vice presidente del Consiglio di sicurezza russo, assicurando che è questa la ragione per cui hanno iniziato a fare pressione su Zelensky per colloqui di pace con la Russia.

Middle placement Mobile

Ma il presidente ucraino non li vuole, perché se riconoscesse i territori controllati da Mosca come territorio russo, i suoi militari e i «nazionalisti» lo ucciderebbero, ha concluso Medvedev.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile