Top

Gli 007 inglesi: "I russi continueranno a radere al suolo le città del Donetsk"

Il bilancio delle vittime continua a salire a causa dei pesanti bombardamenti in tutta la regione.

Gli 007 inglesi: "I russi continueranno a radere al suolo le città del Donetsk"
Donetsk

globalist

5 Luglio 2022 - 09.57


Preroll

Si intensifica l’offensiva russa nel Donetsk. Dopo la conquista del Luhansk, procede l’avanzata russa verso il Donetsk, dove gli occupanti controllano circa il 50 per cento dell’oblast’. Incessanti bombardamenti su gran parte della regione. Soltanto nelle ultime 24 ore 2 civili sono morti, almeno 4 i feriti. Lo riporta il capo dell’amministrazione regionale Pavlo Kyrylenko su Facebook.  “La Russia sta uccidendo civili! Il 4 luglio, i russi hanno ucciso due civili nella regione di Donetsk a Bakhmut. Altre quattro persone sono rimaste ferite”. I raid russi si stanno concentrando soprattutto in direzione di Bakhmut, una delle tre grandi città della regione ancora in mano agli ucraini, oltre a Slovyansk e Kramatorsk. Lo Stato maggiore ucraino riferisce che la difesa, durante la lunga battaglia per Lysychansk, è riuscita a costrure fortificazioni. Tuttavia, le forze russe continuano ad avere una superiorità tattica e dii equipaggiamento, soprattutto per quanto riguarda i mezzi pesanti, finora risolutivi per sfiancare la resistenza.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Intelligence britannica: La Russia continuerà a radere al suolo le città. Secondo l’intelligence britannica, “La battaglia per il Donbass è stata caratterizzata da lenti ritmi di avanzata e da un massiccio impiego di artiglieria da parte della Russia” che procede radendo al suolo paesi e città lungo il percorso. I combattimenti nel Donetsk, si legge ancora nel bollettino giornaliero, continueranno quasi sicuramente in questo modo. Secondo l’intelligence britannica, a differenza della fase iniziale della guerra, “la Russia ora ha probabilmente raggiunto un coordinamento ragionevolmente efficace tra almeno due raggruppamenti di forze”, quello centrale e quello meridionale. Questo spiega la “conquista relativamente rapida” di Lysychansk che consente alla Russia di rivendicare “progressi sostanziali” rispetto all’obiettivo politico dichiarato inizialmente, la “liberazione” del Donbass.PUBBLICITÀ

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile