Perché le criptovalute hanno così tanto successo
Top

Perché le criptovalute hanno così tanto successo

Rappresentano una forma di investimento che potenzialmente potrebbe portare a un profitto degno di nota, grazie alla loro estrema volatilità.

Criptovalute
Criptovalute
Preroll

Umberto De Giovannangeli Modifica articolo

3 Novembre 2021 - 08.52


ATF

Perché le criptovalute hanno così tanto successo? La risposta è molto semplice: perché rappresentano una forma di investimento che potenzialmente potrebbe portare a un profitto degno di nota, grazie alla loro estrema volatilità. Questo ovviamente espone anche ad un alto rischio di perdere il capitale messo in gioco, ma come vedremo successivamente esistono dei metodi per contenerlo.

 

Criptovalute: cosa sono?

Le criptovalute sono delle monete digitali che non vengono emesse e controllate attraverso le banche centrali, ma mediante un sistema decentralizzato. La prima delle criptovalute nate è stata il Bitcoin, nata nel 2009 per mano di Satoshi Nakamoto (anche se probabilmente si tratta solamente di uno pseudonimo). In origine le criptovalute nascono come strumento di pagamento.

Con il passare degli anni però, sono diventate maggiormente interessanti sotto il profilo dell’investimento, e questo grazie alla loro alta volatilità. La quotazione delle cripto infatti, può variare in brevissimo tempo anche di moltissimi punti percentuali, per moltissime cause differenti tra loro. Chi in maniera lungimirante ha investito ad esempio in Bitcoin durante i primi anni di vita, ad oggi si ritrova tra le mani un vero e proprio tesoretto.

Leggi anche:  Itinerario di 7 giorni in Sicilia partendo da Catania: tutte le mete

 

Come investire in criptovalute

Per investire in criptovalute è possibile procedere in due diversi modi. Il primo prevede che l’investitore faccia riferimento a uno dei tanti exchange del mercato. Si tratta di siti che permettono una compravendita tradizionale delle cripto. Ciò significa che sarà necessario acquistare un determinato quantitativo di cripto, e attendere che aumenti il suo valore per rivenderlo. La differenza tra i due prezzi corrisponde al profitto per l’investitore.

Il secondo modo prevede invece che il trader si affidi ad un broker di trading online, ovvero delle società regolarmente autorizzate ad offrire i loro servizi, e che mettono a disposizione degli utenti delle piattaforme per operare in autonomia. In particolare, è possibile fare trading di criptovalute attraverso i Contratti per Differenza. In questo modo l’investitore non entra direttamente in possesso delle cripto, ma di un contratto ad esse legato.

Lo scopo del trading CFD è quello di indovinare quale sarà l’andamento di mercato della cripto in questione. Il vantaggio principale risiede nel fatto che il profitto può verificarsi in entrambe le direzioni di mercato, a patto di indovinare la “scommessa”. Questo non significa chiaramente che ottenere un guadagno sia facile. In aggiunta, alcuni broker di trading online offrono strumenti di trading automatico.

Leggi anche:  Da EdiliziAcrobatica ad Acrobatica: il rebranding per celebrare i 30 anni

Senza entrare nel dettaglio di questi sistemi, è sufficiente sapere che questi software consentono ad esempio di copiare le strategie di altri trader di successo che hanno già conseguito un profitto degno di nota. Anche in questo caso non esiste una certezza di guadagno, perché le operazioni si basano su uno storico passato, ma quanto meno è possibile contenere il rischio.

 

Fonti: 

Native

Articoli correlati