Il prezzo della benzina schizza a due ero: ringraziamo Trump e ai suoi amici
Top

Il prezzo della benzina schizza a due ero: ringraziamo Trump e ai suoi amici

Salvini prometteva di cancellare le accise solo un anno fa. Non solo non è accaduto ma per colpa del suo amico americano aumenteranno i prezzi di molti beni.

Benzina
Benzina
Preroll

globalist Modifica articolo

24 Aprile 2019 - 13.42


ATF

Ricordate quando il vicepremier Salvini prometteva di cancellare le accise? Non solo non è accaduto ma per colpa del suo amico Trump (Leggete Trump ferma il petrolio dell’Iran. Il suo capriccio costerà caro all’Italia) il prezzo del greggio schizza alle stelle. 
“Prosegue la corsa dei carburanti, con le compagnie petrolifere che nelle ultime ore hanno ritoccato al rialzo i listini di benzina e gasolio alla pompa, aggravando la spesa per i rifornimenti a carico di chi si sposterà in auto nei prossimi giorni”. A sostenerlo è il Codacons evidenziando che il prezzo della verde in modalità servito “ha raggiunto la media di 1,750 euro/litro, mentre il diesel costa mediamente 1,643 euro/litro”.

In autostrada addirittura, rileva l’associazione dei consumatori, “il prezzo della benzina ha sfondato in alcuni casi la soglia dei 2 euro al litro, determinando una stangata a carico di milioni di italiani che si sposteranno in auto per i prossimi ponti”.
“Un pieno di gasolio costa oggi circa 5,5 euro in più rispetto ad aprile 2018 (+4 euro la benzina) e il rincaro alla pompa raggiunge quota +7% su base annua – aggiunge il Codacons – Aumenti che rendono sempre più salati i ponti degli italiani del 25 aprile e dell’1 maggio, e che rischiano di determinare speculazioni legate alle vacanze delle famiglie e al maggiore consumo di carburante nelle prossime ore”.

Leggi anche:  Trump ha fatto di tutto per mostrarsi a folla e tv sanguinante: le similitudini con Berlusconi
Native

Articoli correlati