I Beatles tornano a cantare insieme... Grazie all'Intelligenza Artificiale
Top

I Beatles tornano a cantare insieme... Grazie all'Intelligenza Artificiale

"Now and Then" è il nuovo brano dei Beatles realizzato grazie alle nuove tecnologie. John Lennon e George Harrison tornano a cantare e suonare. Il pubblico apprezza ma la critica commenta in modo freddo.

I Beatles tornano a cantare insieme... Grazie all'Intelligenza Artificiale
Beatles
Preroll

redazione Modifica articolo

13 Novembre 2023 - 15.43 Culture


ATF

La recente pubblicazione della controversa canzone “Now and Then” dei Beatles, realizzata grazie all’intelligenza artificiale, ha catapultato la mitica band musicale di Liverpool in cima alla classifica britannica, cinquantaquattro anni dopo l’ultima volta. La traccia, completata nel 2023, ha origini che risalgono al 1978, quando il defunto John Lennon la registrò, diventando così una sorta di epitaffio musicale per il celebre artista.

L’ultima volta che i Beatles avevano raggiunto la vetta della classifica settimanale britannica risale al 1969 con “The Ballad of John and Yoko”, come confermato dall’Official Charts Company. Questa impresa segna un epico “ritorno della Beatlemania”, portando la band a raggiungere la vetta per la diciottesima volta, un traguardo straordinario iniziato con “From Me to You” nel 1963.

“È strabiliante. Sono sbalordito. È anche un momento molto emozionante per me”, ha commentato Paul McCartney, oggi ottantunenne, esprimendo la sua sorpresa e commozione per il successo straordinario della canzone.

Leggi anche:  Tra arte coreana, Ai e tecnologia: gli appuntamenti della settimana

La storia di “Now and Then” inizia nel 1978, quando John Lennon registrò la prima traccia nel suo appartamento a New York. Dopo la sua tragica morte nel 1980, Yoko Ono, la vedova di Lennon, consegnò una cassetta contenente la registrazione agli altri membri del gruppo: Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr. Purtroppo il brano cantato al pianoforte fu considerato inutilizzabile poiché la voce di Lennon era considerata troppo “sporca”. Solo grazie alle più recenti tecnologie dell’intelligenza artificiale è stato possibile isolare e mixare la voce originale di Lennon con quelle degli altri membri, incluso il compianto George Harrison, scomparso nel 2001.

Nonostante il successo commerciale, “Now and Then” ha ricevuto critiche contrastanti. Il Washington Post lo ha definito “banale”, mentre il Times ha sottolineato che è “lungi dall’essere un capolavoro perduto”. La critica continua a dibattere sulla validità artistica della canzone, dividendo gli appassionati dei Beatles sull’impatto della fusione tra la vecchia registrazione e la moderna tecnologia AI.

Native

Articoli correlati