“Amore Postatomico”, il nuovo film di Vincenzo Caiazzo
Top

“Amore Postatomico”, il nuovo film di Vincenzo Caiazzo

La pellicola, ambientata tra finzione e realtà, è stata presentata al Giffoni Film Festival e uscirà nelle sale il 24,25 e il 26 luglio, aderendo all’iniziativa ‘’Cinema Revolution 2023’’.

“Amore Postatomico”, il nuovo film di Vincenzo Caiazzo
Preroll

redazione Modifica articolo

20 Luglio 2023 - 17.41 Culture


ATF

Per la regia di Vincenzo Caiazzo è in uscita il film Amore Postatomico, nelle sale il 24,25 e il 26 luglio.

Prodotto e distribuito dalla EWC 2001 S.r.l., in collaborazione con Rai Cinema, la pellicola è ambientata a Napoli, dove la protagonista, Titti, si trova al centro di un’aspra gogna mediatica a causa di un video hot finito in rete, divenendo così vittima di revenge porn. Ragazza talentuosa ma orfana di padre, vive insieme alla madre apicultrice e diventa autrice di un fumetto titolato proprio ”Amore Post-Atomico”, che narra la storia di Mileva, personaggio fantastico che viva in futuro apocalittico dove la bellezza della natura e la grandiosità dei suoi frutti sono stati rimpiazzati da aride macerie e desolazione.

In questo mondo si giostra la vita di pochi sopravvissuti, controllati da un’élite a capo di un sistema malato e violento, che costringe i pochi rimasti al lavoro coatto.

Uno scenario, quello del film, che si muove tra finzione e realtà, tra presente e futuro, dove le vite a volte parallele a volte intrecciate delle due ragazze si scontrano con la brutalità del mondo, con la sopraffazione dei più deboli e con il senso di giustizia che spesso tarda ad arrivare, ma che quando lo fa è pronta a rimettere tutto in discussione.

Leggi anche:  Cinema e impegno civile alla Settimana Internazionale della Critica

Una pellicola quindi che vuole fare da eco ai grandi temi sociali di oggi, dal revenge porn al cyberbullismo, dalla salvaguardia del pianeta alla protezione delle specie animali.

A dare volto e voce ai protagonisti saranno: Virginia Apicella, Yoon C Yoice, Ludovico Girardello, Titti Nuzzolese, Davide Marotta, Sabrina Corti e Carlo Di Maro.

La locandina del film

SINOSSI

Titti è una ragazza piena di talento. Orfana di padre, vive a Napoli con la madre apicultrice. Disegnatrice nella casa editrice diretta da Maurizio sta lavorando insieme allo sceneggiatore Loris a un fumetto dal titolo “Amore Post-Atomico” la cui protagonista, Mileva, abita in un futuro post apocalittico e lotta per salvare l’ultima ape rimasta in vita. La vita di Titti scorre spensierata come quella di chi ha tutta la vita davanti e un lavoro che ama. Ha un’amica del cuore, colleghi simpatici e un ragazzo che le piace. Dopo una serata trascorsa in discoteca, lei e la sua amica Gloria seguono i tre ragazzi con i quali sono uscite a casa di uno di loro. Con lui Titti si apparta fino all’alba. Ma quella che doveva essere solo una serata allegra per Titti si trasforma in un vero e proprio incubo. Dopo pochi giorni, infatti, il ragazzo diffonde in rete un filmato hard che la riguarda e inizia per lei un vero e proprio calvario fatto di ingiurie e discriminazioni, una vera e propria gogna alla quale Titti cercherà in ogni modo di sottrarsi. In parallelo alle vicende di Titti si dipana la storia di Mileva, una giovane donna che, in un futuro distopico dove la natura è stata distrutta, cerca disperatamente di coltivare alcune piante e tenere in vita un’ape regina. Il mondo di Mileva è dominato da persone senza scrupoli che controllano i sopravvissuti affinché continuino ad essere dipendenti dal sistema malato che hanno creato. Un mondo arido e disadorno che ha rinnegato la natura e che nonostante tutto continua a sfruttare il lavoro degli uomini costretti a condizioni disumane per estrarre il coltan. Ma c’è un modo per attraversare il deserto che sembra aver circondato Titti e Mileva, un modo che spesso è a solo un passo da noi …

Native

Articoli correlati