I 24 bronzi di San Casciano in finale all'Archaeological Award
Top

I 24 bronzi di San Casciano in finale all'Archaeological Award

Le statue di epoca etrusca e romana sono tra le cinque scoperte archeologiche in corsa per il premio Khaled al-Asaad

I 24 bronzi di San Casciano in finale all'Archaeological Award
Preroll

redazione Modifica articolo

1 Giugno 2023 - 15.54 Culture


ATF

Le 24 statue bronzee, di epoca etrusca e romana, rinvenute a San Casciano dei Bagni nel senese sono tra le cinque scoperte archeologiche finaliste della nona edizione dell’International Archaeological Discovery Award Khaled al-Asaad. Il premio, promosso dalla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico e da Archeo, sarà consegnato a Paestum a novembre, in occasione della XXV Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico.

Divinità, matrone, fanciulli e imperatori protetti per 2300 anni dal fango e dall’acqua bollente delle vasche sacre, sono riemerse dagli scavi solo nel novembre del 2022 e oggi si qualificano accanto ad altrettante meravigliose scoperte archeologiche provenienti da Egitto, Guatemala, Iraq e Turchia. Tra i ritrovamenti in corsa ci sono: 300 bare e 100 mummie della piramide della regina Neith rinvenute nell’antica necropoli di Saqqara a Giza, a circa 30 km a sud del Cairo; le tracce del più antico calendario Maya ritrovate in Guatemala, la città dell’età del bronzo emersa dal fiume Tigri nel bacino idrico di Mosul in Iraq e infine, in Turchia, a Midyat, nella provincia di Mardin, la scoperta della grande città sotterranea risalente a 2.000 anni fa.

Leggi anche:  Scoperto a Pompei un affresco raffigurante Troia

L’International Archaeological Discovery Award Khaled al-Asaad è un tributo all’archeologo e custode del sito archeologico di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale. Ucciso nel 2015 dai miliziani dell’Isis per essersi rifiutato di rivelare ai miliziani dove fossero stati nascosti i tesori di Palmira. Il premio è l’unico riconoscimento a livello mondiale dedicato all’archeologia ed ai suoi protagonisti, gli archeologi, che con sacrificio, dedizione e ricerca scientifica affrontano ogni giorno il loro compito nella doppia veste di studiosi del passato e di professionisti a servizio del territorio presente.

Native

Articoli correlati