I mille colori di Napoli nel libro su Pino Daniele scritto dal figlio Alessandro
Top

I mille colori di Napoli nel libro su Pino Daniele scritto dal figlio Alessandro

L’artista ma anche l’uomo, una cronologia ma anche momenti più personali e privati per ricordare il grande Pino Daniele.

I mille colori di Napoli nel libro su Pino Daniele scritto dal figlio Alessandro
Pino Daniele
Preroll

globalist Modifica articolo

22 Novembre 2022 - 21.51


ATF

di Giordano Casiraghi

Tanti libri attorno alla manifestazione BookCity in giro per la città di Milano, tra questi “Pino DanieleTutto quello che mi ha dato emozione viene alla luce” (Rai Libri, pagg 352 – 19€) di Alessandro Daniele il figlio di Pino Daniele.

Nel libro Napoli e i suoi mille colori, i sentimenti che vivono e fioriscono tra gli accordi: dall’amore per la chitarra scoperto da ragazzo tra le strade di un basso napoletano alla certezza di non poter stare senza fare musica. Un viaggio che ha come punto di partenza e di arrivo assoluti la musica. Il libro è l’omaggio di un figlio a un padre, ma anche un documento che ripercorre i primi anni della carriera dell’artista, album dopo album. E in mezzo la vita. Alessandro Daniele racconta il musicista fiero della propria notorietà e al tempo stesso timido di fronte all’immensa popolarità.

L’uomo che attraverso le proprie note e la propria voce ha sedotto (e mai abbandonato) milioni di fans. Alessandro ha operato una ricerca sull’artista Pino e su quello che invece era l’uomo, quindi viene tracciato un percorso cronologico della sua vita, ma anche quelli dove Pino deve fare i conti e trovare l’equilibrio, anzi l’armonia. La narrazione ha assunto una duplice finalità: da una parte la storicizzazione, dove i racconti danno conto della radice artistica; dall’altra, invece, la sua esperienza umana.

Leggi anche:  Addio a Françoise Hardy, la cantautrice icona degli anni Sessanta

Nato a Napoli nel 1979, Alessandro Daniele è un produttore artistico in ambito musicale. Secondogenito di Pino Daniele, ha lavorato per quindici anni con il padre, diventandone in breve tempo il personal manager. È docente di varie discipline dell’organizzazione e della gestione dello spettacolo al conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Milano.

Dirige la Fondazione Pino Daniele ETS per il perseguimento delle attività sociali e benefiche intraprese dal padre, preservandone la memoria attraverso iniziative culturali e musicali in suo nome, laboratori di ricerca musicale e la formazione artistica di giovani talenti.

Native

Articoli correlati