Top

"Franco Battiato - La voce del padrone" Giovedì 14 luglio alle 21:30 all'Isola del Cinema

Il film/documentario è un’esperienza, un viaggio, un itinerario che parte dal Nord Italia e arriva al Sud, da Milano a Milo (casa di Battiato in Sicilia) per raccontare l’uomo, il musicista, l’artista,

"Franco Battiato - La voce del padrone" Giovedì 14 luglio alle 21:30 all'Isola del Cinema

globalist

12 Luglio 2022 - 16.13


Preroll

Da Milano a Milo solo andata. A poco più di un anno dalla morte del grande musicista e artista Franco Battiato arriva al cinema Franco Battiato | La voce del padrone per la regia di Marco Spagnoli che lo ha ideato e scritto insieme a Stefano Senardi, produttore creativo del progetto e grande amico del musicista siciliano, e coprodotto da ITsART, la piattaforma streaming promossa dal MiC con il meglio dell’arte e della cultura italiana.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Dopo il passaggio in Anteprima Mondiale al 68° Taormina Film Fest, giovedì 14 Luglio alle ore 21.30 sarà proiettato presso l’Arena Lexus all’Isola del Cinema alla presenza del suo autore. Il film/documentario è un’esperienza, un viaggio, un itinerario che parte dal Nord Italia e arriva al Sud, da Milano a Milo (casa di Battiato in Sicilia) per raccontare l’uomo, il musicista, l’artista, il grande Maestro che ha influenzato la cultura e l’immaginario collettivo di tutti noi, ovvero Franco Battiato. Un viaggio in compagnia di tanti amici che lo hanno conosciuto incontrati proprio da Stefano Senardi, narratore e fil rouge del racconto. Il documentario sarà disponibile in esclusiva streaming su itsart.tv a novembre.
 

Middle placement Mobile

Punto focale del racconto l’album di Battiato, La voce del padrone del 1981 ma uscito nel 1982, quarant’anni fa, disco d’oro per vendite e successo. Attraverso le canzoni di questo capolavoro si va alla ricerca del maestro da un punto di vista artistico, professionale, umano e spirituale e anche dell’Italia di quell’anno fondamentale e indimenticabile nella nostra storia.
 

Dynamic 1

Un’artista Franco Battiato che ha legami strettissimi con il cinema. Non si contano le citazioni che vi sono nella settima arte attraverso le sue canzoni, la più nota forse è “E ti vengo a cercare” in Palombella Rossa di Nanni Moretti e, dall’altra parte, il regista Battiato mai completamente riuscito, al contrario dell’altra sua arte: la musica. La fascinazione che emanava Battiato tocca tutti dai giovani ai grandi artisti, proprio perché come si evince da Palombella Rossa, Battiato riusciva ad essere alto e pop al tempo stesso, colto, sofisticato ma popolare. Tutti ce lo ricordiamo così e siamo innamorati di lui e del suo mix di alta cultura e pop che ci permette di dialogare con lui e comprenderlo. Battiato, così si erge come espressione di una nuova cultura con le sue canzoni leggere e profonde al tempo stesso. Un album rivoluzionario, La voce del padrone, per un artista profondo e gentile che ha fatto dello studio e della ricerca un mantra, e dell’etica un obbligo morale.
 

La Voce del Padrone, uscito nell’autunno del 1981, è stato il primo LP italiano a superare un milione di copie vendute – oltre un milione e mezzo nel corso degli anni – ma è stato anche la “colonna sonora” dell’estate del 1982, quella dell’Italia “Mundial” di Paolo Rossi, Marco Tardelli e Dino Zoff; una stagione ricca di novità che ha dato vita agli “indimenticabili” anni ‘80, diventati oggi celebrazione e memoria condivisa di una nazione alla scoperta di una nuova identità sociale preconizzata, peraltro, nei testi di Battiato.
 

Dynamic 2

Nel documentario per il cinema di Spagnoli, Battiato è raccontato da Nanni Moretti, Alice, Carmen Consoli, Willem Dafoe, Eugenio Finardi, Morgan, Mara Maionchi, Andrea Scanzi, Alberto Radius, Paolo Buonvino, Caterina Caselli alcuni tra i protagonisti del film oltre, come detto, al testimone d’eccezione, Stefano Senardi, tra i volti più influenti dell’industria della musica italiana e grande amico del maestro siciliano.
 

Il regista Marco Spagnoli ha dichiarato: “Franco Battiato è stato e rimarrà un artista unico da tanti punti di vista che la presenza di Stefano Senardi aiuta ad inquadrare: umano, artistico, amicale, intimo. Un viaggio fisico e spirituale quello che fa Stefano Senardi e ad accompagnarlo troviamo personalità strepitose dell’entertainment italiano ed internazionale che, per la prima volta, elaborano dinanzi alla macchina da presa una riflessione sul perché e sul come sono stati anche loro protagonisti del lavoro e della vita di Battiato.”
 

Dynamic 3

L’Isola del Cinema è prodotta dall’Associazione Amici di Trastevere con il patrocinio del Mic – Ministero della Cultura, del Maeci – Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, della Regione Lazio, di Roma Capitale e Commissione Nazionale italiana per l’Unesco.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile